Pensioni, Inps: nessuna anomalia sui ratei in pagamento a marzo


Pensioni, Inps: nessuna anomalia sui ratei in pagamento a marzo

Share

Pensioni, Inps: nessuna anomalia sui ratei in pagamento a marzo

Nessun caso di conguagli "impazziti" sulle pensioni.

L'allarme è stato lanciato dallo Spi-Cgil.

Governo e Sindacati per parlare di Pensioni, APE, QUOTA 41 (lavoratori precoci) e tutti i temi della riforma pensioni dovevano incontrarsi il 2 marzo, poi il 13 marzo, ora (forse) il 20 marzo. Il sindacato chiede all'Inps di intervenire per risolvere la situazione al più presto.

La notizia del ricalcolo delle pensioni che comporterà il taglio dell'assegno per molti pensionati non può che sommarsi al malcontento degli ultimi mesi: la riforma pensioni 2017 procede a rilento, molti resteranno esclusi dalla possibilità di accedere alla pensione anticipata e a tutto questo si aggiungono notizie di tagli da parte dell'Inps.

In alcuni casi, scrive il sindacato "l'assegno di marzo è stato del tutto azzerato, in altri invece sono state operate erroneamente e impropriamente delle trattenute". "Da quanto abbiamo appreso - ha detto in una nota il sindacato dei pensionati della Cgil - l'ente attribuisce tali errori a un malfunzionamento della nuova piattaforma fiscale". E' quanto si legge in una nota in cui l'Inps sottolinea di aver "recentemente specificato le modalita' di applicazione dei conguagli fiscali di fine anno 2016 da parte dell'Istituto nella qualita' di sostituto d'imposta". "Fatto sta che questa situazione sta provocando non pochi disagi a molte persone", continua lo Spi-Cgil consigliando ai pensionati di "rivolgersi al patronato" per "inoltrare la domanda di ricostituzione della propria pensione".

"Con riferimento alla segnalazione della Spi Cgil riguardo a 'conguagli impazziti e non meglio specificati sulle pensioni' si fa presente che in merito ai conguagli fiscali l'Istituto non ha rilevato alcun malfunzionamento della piattaforma". Queste modalita', disciplinate per legge", spiega il comunicato, "prevedono che, nelle ipotesi di incapienza, possano derivare posizioni con pensioni azzerate.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.