Gli Usa di Trump studiano dazi sui prodotti Ue, anche italiani

Share

Gli Usa di Trump studiano dazi sui prodotti Ue, anche italiani

I dazi furono però sospesi l'anno successivo: Barack Obama siglò un accordo con la Ue che prevedeva, in cambio, l'export annuale in Europa fino a 50mila tonnellate di carni senza ormoni.

Secondo quanto riportato nel "Wall Street Journal", sarebbe la risposta al bando europeo sull'importazione di carne americana trattata con ormoni. L'Italia e' stata fra i maggiori beneficiari dell'accordo. Vespa (ma anche acqua Perrier, o San Pellegrino) sono prodotti iconici ed una ritorsione verso di essi avrebbe un grande impatto sull'opinione pubblica. Nel suo discorso d'insediamento, infatti, il tycoon newyorkese aveva manifestato l'intenzione di erigere barricate tra i "suoi" Stati Uniti e tutto ciò che viene da fuori, non solo dal punto di vista razziale, ma anche commerciale. L'azienda: solo prese di profitto.

Il caso dell'importazione delle carni americane risale al 2008, ma nel 2009 Washington decise di sospendere i dazi dopo aver concordato con Bruxelles un piano per consentire l'importazione di carne di manzo americana purché non trattata con gli ormoni. "A meta' febbraio un rappresentante del Gruppo Piaggio (che comprende i brand Piaggio, Vespa, Moto Guzzi e Aprilia) ha partecipato assieme al ceo dell'AMA (American Motorcyclist Association) e ai responsabili di Bmw, Ducati, Ktm, Husqvarna a un publich hearing presso gli uffici dell'U.S. Trade Representative per spiegare le ricadute sulle singole societa', che poco importa all'Ustr, e soprattutto le possibili ricadute sull'economia e sull'occupazione locale qualora la proposta dovesse veder la luce", puntualizzano ancora le fonti.

A farne le spese sono quindi le imprese che esportano negli Usa, a cominciare da quelle europee e cinesi.

Le conseguenze per il nostro paese sarebbero piuttosto pesanti, dato che si perderebbe un fatturato da 40 miliardi di euro. Secondo Graziano Barsotti "se questa indiscrezione venisse confermata sarebbe una sciagura".

E sull'argomento è anche intervenuto il premier Paolo Gentiloni: "La qualità non ha frontiere - ha detto il presidente del Consiglio intervenendo alla cerimonia della consegna della nave da crociera Majestic Princess -: dazi, protezionismi, chiusure non possono essere barriere che mettono un freno, un muro alla qualità". "La misura - dicono gli analisti - potrebbe penalizzare gli scooter venduti localmente da Piaggio, anche se stimiamo che le vendite interessate potenzialmente dal provvedimento potrebbero rappresentare circa il 2% delle vendite consolidate".

I sindacati hanno già chiesto per domani un incontro con l'azienda per avere chiarimenti sulle prospettive del mercato statunitense.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.