Giornata della memoria, adesione della Regione

Share

Giornata della memoria, adesione della Regione

Da ormai 22 anni "Libera Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie" celebra simbolicamente nel primo giorno di primavera la "Giornata della Memoria e dell'Impegno" in ricordo delle vittime. Il ricordo di persone come Falcone e Borsellino permette di trasmettere i loro ideali e il loro senso del dovere anche alle generazioni che non li hanno conosciuti e, proprio per questo, è importante custodirne la memoria. Un 21 marzo diffuso su tutto territorio nazionale, da Verbania a Olbia, attraversando Rimini, Prato, Ostia, Napoli, Bari, Trapani. In America Latina - a Città del Messico, Bogotà e Buenos Aires - in Europa a Parigi, Berlino, Madrid, Bruxelles, Losanna, Morges.

Da quest'anno il 21 marzo acquista ulteriore riconoscimento grazie all'approvazione in via definitiva, avvenuta a inizio mese da parte della Camera, della legge che riconosce in questa data "La Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie".

A seguire, i familiari presenti delle vittime di mafia saranno accolti per un momento di ristoro nei saloni di rappresentanza della Prefettura, unitamente alle Autorità intervenute, anche a testimonianza della vicinanza delle Istituzioni. Saranno presenti il Presidente del Senato Pietro Grasso, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Procuratore di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho, il Vescovo di Locri Francesco Oliva. "C'è un'Italia che si ribella all' indifferenza, al conformismo, alla corruzione che devasta i beni comuni e l'ambiente. Ma per un sogno di democrazia che sta a tutti noi realizzare". "Solo l'impegno personale e collettivo trasforma la memoria d'occasione, inamidata, in memoria condivisa e pubblica, in memoria viva".

"Luoghi di Speranza e Testimoni di Bellezza" è il tema che accompagnerà questo 21 marzo durante il quale i familiari di vittime innocenti delle mafie della rete di Libera insieme a tanti cittadini marceranno nei tanti luoghi d'Italia dove si svolgerà la manifestazione. Si tratta degli atteggiamenti di passività, complice silenzio, mafiosità, scarsa trasparenza, che si manifestano purtroppo anche in molte province settentrionali.

Il presidio Rossella Casini di Libera Viareggio invita tutta la cittadinanza e le associazioni del territorio a partecipare all'iniziativa "per essere portatori di memoria consapevole al fine di contrastare un'indifferenza che genera oblio e che continua ad "uccidere", ogni giorno, chi è stato privato della propria vita dalla violenza mafiosa, attraverso l'affermazione di un sentimento di cittadinanza attenta e responsabile".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.