De Laurentiis: "Legge sugli stadi? Sensi e Lotito volevano costruire città"

Share

De Laurentiis:

Massimo Mauro, ex giocatore dei bianconeri e del Napoli, difende la società torinese attaccando il presidente di quella partenopea sulle pagine dell'edizione odierna del quotidiano 'La Repubblica': "Magari sarebbe stato il caso di limitarsi a commentare la vittoria contro il Crotone". Onore anche al presidente Vrenna. Invece si parla della Juve e non si fa notare che invece il San Paolo è uno stadio che fa ridere. Champions? Quando si gioca dopo 30 anni contro i campioni del mondo, c'è anche una preoccupazione fisica e psicologica che condiziona. Potremo batterli quando anche noi saremo così bravi sui calci piazzati.

È tornato sulla partita col Real Madrid: "Non siamo stati fortunati ma dare troppo credito alla fortuna può giocare brutti scherzi. Noi - prosegue De Laurentiis - siamo ripartiti 12 anni fa e siamo da 7 in Europa".

Poi ha parlato dello stadio: "Avevano approvato una legge perfetta, poi però è stata demonizzata perché sembrava che Lotito e la Sensi volessero costruire città intere". Finora sono state fatte solo parole. Vediamo se si potrà interagire tra stadio e tifoso. Se è vero che Lotti sta preparando un decreto legge sui nuovi stadi vedremo cosa emergerà e poi decideremo cosa fare.

Sull'attacco alla Gazzetta: "Non discuto quello che faccio, è una domanda che rimando al mittente". "Gli serve tempo per affermarsi facendo un gioco diverso da quello che faceva o che ha sempre fatto". "Sono fantastiche, ha delle idee per i film sensazionali".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.