Scioperi trasporti pubblici Roma 11 gennaio 2017: revocato o no?

Share

Scioperi trasporti pubblici Roma 11 gennaio 2017: revocato o no?

Al momento però il sito di ATAC riporta ancora le comunicazioni sullo sciopero; lo stesso vale per il sito del Garante degli scioperi. È stata trovata un'intesa e così abbiamo scongiurato lo sciopero di dopodomani che avrebbe causato, come sempre, disagi ai romani e alle romane.

"Oggi ho incontrato i sindacati che avevano proclamato uno sciopero del trasporto pubblico per mercoledì 11 gennaio". La Meleo ha fatto sapere che il motivo della mobilitazione era quello che già in passato aveva portato le stesse sigle sindacali agli altri scioperi nel 2016: "ovvero la richiesta ad Atac di effettuare un referendum sull'accordo sindacale del 17 luglio 2015". "Su questo si apriranno a breve dei tavoli di confronto con l'azienda - ha annunciato Meleo -".

Lo sciopero va dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio, con le consuete fasce di garanzia. Per quanto concerne Roma Tpl (consorzio di aziende private che gestisce 108 linee di bus della città), i dipendenti lamentano che ormai da tre anni continuano a ricevere gli stipendi "a singhiozzo" e spesso in ritardo, oltre che il mancato versamento di alcune voci dei contributi previdenziali. Il servizio sulla rete Atac, quindi, sarà assicurato regolarmente. Ad inidire la manifestazione sono state le organizzazioni sindacali Ost Faisa-Confail, Orsa Tpl, Sul-Ct, Usb Lavoro Privato e Utl. Per quanto riguarda Cotral è prevista un'agitazione di quattro ore indetta da Ugl che si svolgerà dalle 11 e 30 alle 15 e 30. Dietro alla serrata, spiega Claudio De Francesco della Faisa Confail, c'è anche una critica alla giunta M5s, accusata di avere avviato "una restaurazione interna, addirittura con il ritorno tra i ranghi di dirigenti cacciati nel periodo commissariale".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.