Trump prepara la rivoluzione alla riforma Wall Street

Share

Trump prepara la rivoluzione alla riforma Wall Street

La nomina viene data per certa dal transition team.

Steve Bannon, da poco nominato chief strategist, accusato di propagandare idee razziste, ha un lungo trascorso da banchiere in Goldman Sachs. Basti pensare che in uno spot pubblicitario del candidato del Gop, il leader di Goldman veniva raffigurato come parte di una elite mondiale che "ha derubato la classe lavoratrice". C'è Steven Mnuchin, finanziere di Hollywood e socio della banca d'affari Goldman Sachs, che si occuperà del Tesoro.

La stima che nutre Trump per lui è dovuta al fatto che Mnuchin ha creduto nel neo presidente fin dall'inizio offrendogli i suoi servizi come tesoriere durante la campagna elettorale, in una fase in cui i fondi affluivano ben poco. Donald Trump lo ha annunciato su Twitter. Se confermato alla guida del Tesoro americano, Steven sarà chiamato a occuparsi della riforma dell sistema tributario garantendo un taglio alle aliquote fiscali, a portare avanti il piano infrastrutturale da 1.000 miliardi di dollari promesso e a rinegoziare l'accordo sul nucleare siglato con l'Iran e gli accordi commerciali.

Dal canto suo Ross dovrà raccogliere la sfida di promuovere la crescita economica degli Stati Uniti.

Trump ha inoltre scelto Tom Price, chirurgo ortopedico che rappresenta la Georgia al Congresso, che è un fiero critico dell'Obamacare come segretario alla Sanità. E' proprio questa operazione ad avere reso noto Ross nella cosiddetta Rust Belt d'America, una regione in difficoltà economica e risultata cruciale per la vittoria di Trump alle elezioni. Un ex democratico, nel 2012 ha sostenuto il candidato repubblicano alle presidenziali Mitt Romney, ora preso in considerazione per diventare segretario di Stato.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.