Presunte minacce a bambini, sindaco Donato sospende autista scuolabus

Share

Presunte minacce a bambini, sindaco Donato sospende autista scuolabus

Del caso si stanno interessando i carabinieri della polizia giudiziaria, coordinati dal maresciallo Tindaro Gullo, a cui si è rivolta il sindaco del paese, Desiree Duoccio. I figli avrebbero subito soprusi pesanti, come la bocca incerottata oppure la minaccia di strofinare loro sotto al naso uno straccio imbevuto di benzina o ancora di utilizzare un martello per farli stare in silenzio nel corso del viaggio che li portava a scuola o li riportava a casa. Ricevuta la notizia della sospensione dal lavoro dell'autista, la sindaca ha commentato in questo modo: "L'autista è stato immediatamente sospeso". A quanto risulta l'uomo, che aveva un contratto in prova di tre mesi, respingerebbe ogni accusa sostenendo che i ragazzi si sarebbero inventati tutto.

Con queste accuse è stato sospeso l'autista dello scuolabus di Donato, un Comune nel Biellese. "Aveva iniziato il suo servizio con l'avvio dell'anno scolastico, è scontato dire che l'accordo non sarà prolungato da parte nostra". "Sono stata contattata venerdì pomeriggio da una famiglia e l'ho tranquillizzata dicendo che il pericolo lo abbiamo allontanato: quella persona non guiderà più il pulmino". Ho rassicurato tutti. Erano due anni che cambiavamo conducente, volevamo vedere se questa volta avremmo trovato una soluzione duratura, ma non è andata così. "Preferisco non commentare, mi si contorce lo stomaco", ha proseguito la prima cittadina.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.