Nba, volano Houston e Los Angeles

Share

Nba, volano Houston e Los Angeles

Nella notte NBA, cadono incredibilmente sia Golden State che Cleveland.

Gara decisamente emozionante quella andata in scena alla Oracle Arena. Gli Warriors di Steph Curry e Kevin Durant subiscono una sonora batosta (127-132) da parte degli Houston Rockets trascinati dall'indiavolato James Harden. Ancora grandissimo equilibrio nel primo tempo supplementare che si chiude sul 123-123 e altrettanto accade nel secondo overtime finché la stanchezza non gioca un brutto scherzo a Green che sbaglia a 8 secondi dal termine i tiri liberi del pareggio e concede ad Harden e compagni il possesso palla decisivo per la vittoria finale.

Gli Hornets di Marco Belinelli hanno la meglio sui Mavs (97-87), sempre più in crisi a causa della prolungata assenza di Dirk Nowitzki e costretti a capitolare nonostante l'ottima prova di Harrison Barnes (17 punti e 9 rimbalzi). Prova sinfonica per la squadra di Rivers, con Redick a 23 punti, 9/13 dal campo e 4/6 dall'arco, Griffin a 13 punti e 11 assist e Paul a 16 e 9 assist. Partita thriller fra i Memphis Grizzlies e Orlando Magic, finita 95-94 al suono del gong, dopo una rimonta straordinaria dei padroni di casa, guidati da uno strepitoso Gasol, per lui 25 punti. Lebron James si ferma invece a quota 16, 5 rimbalzi e 5 assist, Love a 16 punti, Irving a 28 punti ma 8/19 al tiro. Fanno festa anche i Bucks, che si prendono letteralmente gioco dei Nets approfittando della serata di grazia di Giannis Antetokounpo (23 punti, 8 rimbalzi e 8 assist) e Jabari Parker (22 punti con 9/14 dal campo).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.