Milan, Suso ad AS: "Siamo una squadra molto giovane, diversa dalle altre"

Share

Milan, Suso ad AS:

L'iberico ha poi parlato dell'obiettivo dei rossoneri: "Ci siamo posti l'obiettivo di tornare a giocare in Europa, al momento pensiamo solo a questo e a giocare partita per partita".

Lo spagnolo, autore di una doppietta nel derby pareggiato domenica, e' uno dei tanti giovani che Montella ha valorizzato in questo avvio di stagione: "Sono rimasto molto sorpreso, ma Montella e' un tecnico giusto e non gli importa l'eta' quando vede che un giocatore puo' dare qualcosa alla squadra", sottolinea Suso in un'intervista al quotidiano spagnolo As. "E' una delle partite piu' belle da giocare, una gara speciale, e segnare nel derby portando avanti il Milan per due volte mi ha fatto molto felice ma resta l'amaro in bocca per aver subito il pari all'ultimo minuto". Sono passati invece solamente tre/quattro mesi, sulla panchina milanista siede Vincenzo Montella che sta facendo miracoli con quel gruppo raffazzonato che i pronostici davano come settima o ottava forza del campionato; invece il Milan è secondo assieme alla Roma e sarebbe stato secondo da solo se soltanto non avesse incassato il 2-2 di Perisic contro l'Inter al 92'.

Infine, una battuta sul portierone Donnarumma: "Nonostante sia giovanissimo è molto bravo e ha tutto per fare una grande carriera". Però mi sono trovato bene dal primo momento: sia al Genoa che al Milan mi sono sentito adatto a questo tipo di calcio. Se continuerà così diventerà un giocatore molto importante.

Sui suoi idoli: "Zidane e Ronaldinho erano i miei idoli, la loro classe, la loro magia sono sempre state una fonte d'ispirazione per me".

Intanto ci sono Problemi muscolari per Carlos Bacca, che salterà almeno la prossima partita del Milan, impegnato in trasferta sabato a Empoli. "E lo stesso vale per Locatelli: il suo segreto e' che non si rilassa mai, non smette mai di lavorare".

L'ex Liverpool in effetti ha attirato su di sé l'interesse di molte squadre europee. "Non c'è niente di meglio della nazionale, quindi dovrò continuare a lavorare in questo modo per essere chiamato".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.