Le nuove banconote da 5 sterline contengono grasso animale

Share

Le nuove banconote da 5 sterline contengono grasso animale

Innovia film, la società che ha realizzato le innovative banconote, spiega oggi che le resine impiegate contengono meno dell'1% degli additivi "comunemente usati nell'industria della plastica" comprese "minuscole tracce" di sego. Attualmente ha già superato le 5,000 firme. Stiamo parlando della nuova banconota da 5 sterline da poco introdotta nel Regno Unito dopo ani di studi e ricerche e che è già diventata principale oggetto di attenzione di media e politici.

"Ci sono tracce di sego nei pellet del polimero delle banconote da 5 sterline": questa la spiegazione ufficiale.

L'incerto futuro delle banconote da 5 sterline: più sicure e resistenti, ma a quale prezzo?

Le nuove banconote sono state emesse mel mese di settembre scorso e mostrano un ritratto di Winston Churchill.

Altri navigatori hanno invece espresso la preoccupazione che la presenza di sego nelle banconote possa offendere i sentimenti religiosi delle folte comunità indù e sikh presenti nel Regno Unito, essendo i bovini animali sacri nella loro cultura. Il sego è il grasso che circonda gli organi dei bovini ed è usato spesso in saponi e candele. Anche nel prossimo anno sono previste nuove banconote.

Gizmodo ha cavalcato questa curiosità, riportando l'ira dei vegani d'oltremanica e il fatto che non sono solo quei due stampatori a utilizzare derivati animali nella moneta nazionale.

"Rimuovetele immediatamente dalla circolazione, sono un'offesa e una sciagura per tutti i vegani e i vegetariani", tuona invece Clive Shrubsole, mentre Atina si dice "orripilata dallo scoperta di qualcosa di così agghiacciante".

La Banca Centrale d'Inghilterra prevede di mettere in circolazione le nuove banconote da 10 e 20 sterline entro il 2020.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.