Promettevano il superamento di concorsi pubblici: sei indagati

Share

Promettevano il superamento di concorsi pubblici: sei indagati

Tutti e quattro gli accusati di truffa e millantato credito sono stati sottoposti ai domiciliari, mentre altri due agenti di polizia penitenziaria, Giuseppe Garofano 54 anni di Aversa e Caterina Grimaldi, anche essa 54enne di Giugliano, hanno l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Avrebbero proposto a diverse persone di poter agire, previo pagamento, attraverso alcuni pubblici ufficiali per avere la certezza del superamento di concorsi pubblici nelle forze dell'ordine, ed in particolar nel Corpo della polizia penitenziaria. Per loro il gip del tribunale di Napoli Nord di Aversa, ha emesso una misura di custodia cautelare agli arresti domiciliari che è stata eseguita questa mattina dai finanzieri normanni.

E su questo presupposto che una squadra di sei persone, tre agenti della Polizia Penitenziaria, un ufficiale superiore dell'Esercito in servizio al Comando Logistico Sud di Napoli, suo fratello e sua moglie hanno creato un giro d'affari che si aggira sui 300mila euro.

Dalle indagini emerge che all'esito infruttuoso dei concorsi alcuni indagati avrebbero cercato di evitare la restituzione del denaro sborsato dalle vittime.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.