Perotti, la Roma non ha paura di nessuno

Share

Perotti, la Roma non ha paura di nessuno

Intervenuto a 'Tiki Taka', Diego Perotti ha parlato così del derby che vedrà la Roma impegnata con la Lazio domenica prossima: "Qui il derby si sente già da un paio di settimane, la gente ti dice che bisogna vincere". Per noi è stato importante vincere ieri, così siamo un punto sopra loro.

"Adesso ci divide soltanto un punto e loro stanno facendo molto bene". Che tipo è nello spogliatoio? Mio papà ha giocato con Maradona al Boca è mi racconta sempre molte cose di lui, e fu Maradona a chiamarmi la prima volta in nazionale. "Per lui è un momento dolce e va sfruttato". L'anno scorso aveva le occasioni ma non sempre la metteva dentro. Insomma, ho giocato con Riquelme e Totti e mi ha allenato Maradona, il calcio mi ha dato tanto.

Diego Perotti, insieme a Edin Dzeko, si sta affermando come una vera e propria certezza per Luciano Spalletti e per la Roma, l'argentino si è infatti rivelato protagonista sia contro il Viktoria Plzen, in Europa League, che in campionato contro il Pescara.

Penso di si, sono abbastanza simili. E' una partita diversa, spesso anche pericolosa e questo fatto è un po' brutto, in Argentina andare allo stadio è un po' più pericoloso, qui si può arrivare allo stadio senza paura. Io poi provo a servigli palle alte, per prenderla di testa, ma alla fine come gli arriva poi lui gioca e con i piedi è bravissimo.

"Dopo il fischio finale di ieri nello spogliatoio già si parlava di derby". Sappiamo che è importante non solo per noi, ma per la città e per i tifosi che amano questa squadra. Quanto tempo prima ci si inizia a pensare? Penso che per i tifosi e per noi è una partita diversa dalle altre, specie ora che siamo così vicini in classifica. Cosa ti fa paura? "La Lazio ha giocatori importanti - spiega il romanista - in forma e d'esperienza". Sarà difficile ma non abbiamo paura di nessuno, è una partita di calcio, giocheremo 11 contro 11 e dobbiamo solo mettere il pallone nella loro porta. "Sarà uno spettacolo bellissimo".

Ce ne era un altro e l'ho coperto, il nuovo tatuaggio è qualcosa che mi rappresenta di più.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.