Nubifragio e alluvione lampo su Licata, Agrigento: immagini impressionanti!

Share

Nubifragio e alluvione lampo su Licata, Agrigento: immagini impressionanti!

Si parla addirittura di una quantità di pioggia caduta che potrebbe aver raggiunto, nel corso dell'ora in cui si è sviluppato il temporale, un quarto dell'intera quantità che solitamente cade in un anno su Licata; su Facebook, i cittadini svegliati dal maltempo hanno subito lanciato l'SOS, chiedendo di intervenire alla luce di quanto stava accadendo sotto i propri occhi: auto sommerse, acqua dentro i portoni, tavolini dei bar trascinati via e danni a molte infrastrutture. Diverse le testimonianze dei cittadini che dalle proprie finestre hanno filmato l'incredibile alluvione, postando su Facebook le impressionanti immagini di una pioggia intensa che, a detta dei cittadini di Licata, non si era mai vista in città. Il sindaco Angelo Cambiano ha disposto la chiusura per oggi di tutte le scuole.

Il primo cittadino ha istituito anche un numero di emergenza, 0922 893528, per le persone che si trovano in difficoltà.

"Si sono riversati sul territorio 150 millimetri di pioggia in tre ore (dato Sias) - scrive il sindaco Angelo Cambiano sulla sua fanpage -". Si suggerisce di non uscire di casa nelle prossime ore. Diverse sono state le auto, ma anche i negozi e gli scantinati, rimasti allagati. L'acqua ha attraversato come un fiume in piena alcune strade della città dell'Agrigentino.

Anas comunica che, per la caduta materiale fangoso dai versanti attigui alla strada statale 123 "di Licata" il traffico è provvisoriamente bloccato, tra il km 25.000 ed il km 18.000, fra le località di Campobello di Licata e Licata, in provincia di Agrigento.

Pioggia a carattere di nubifragio sta interessando nelle ultime ore il tratto costiero meridionale della Sicilia, come da previsione e da allerta meteo, già emanata nella giornata di ieri.

Inoltre, sulla statale 115, all'altezza di Licata, 5 chilometri di strada sono chiusi perché invasi da detriti e fango.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.