Giugliano, colpo al clan Mallardo: tutti i nomi degli arrestati

Share

Giugliano, colpo al clan Mallardo: tutti i nomi degli arrestati

Su richiesta della DDA partenopea, il GIP del Tribunale di Napoli ha emesso misure cautelari reali e personali nei confronti degli esponenti di vertice del sodalizio criminale guidato dal boss Francesco Mallardo, attivo sia a Giugliano sia nella zona del Vasto della città di Napoli. Le accuse per le persone coinvolte sono associazione di tipo mafioso, riciclaggio, intestazione fittizia di beni, attività finanziaria abusiva e illecito concorrenza, reati aggravati da metodi e finalità mafiose. Eseguiti anche se questi impegni per 10 milioni di euro. Oltre alla cooperazione con Bosti e Contini, che ha consentito ai Mallardo attivi nell'area di Giugliano e sul litorale flegrea, di essere presenti a Napoli, il gruppo criminale ha da tempo rapporti anche con i Bidognetti, fazione dei Casalesi, per la pianificazione delle attivita' estorsiva nel litorale domitio, tra Casertano e Napoletano. Un blitz messo a segno dagli agenti di polizia della Squadra Mobile, del Centro Operativo della D.I.A., del Nucleo Investigativo Carabinieri e del Nucleo P.T. della Guardia di Finanza. Sigilli a ventidue unita' immobiliari, due terreni, tre auto e due moto, una imbarcazione, 8 societa' e 74 conti correnti.

Le misure cautelari personali sono state emesse a carico di AIETA Anna, moglie di MALLARDO Francesco, e di LUCENTE Salvatore, genero dello stesso capoclan, che si sono rivelati essere i veri motori della consorteria. Quello della Aieta e del marito e' un impero economico che si regge sul denaro in contanti, milioni e milioni di euro che andavano in qualche modo investiti. Le sorelle Aieta hanno sposato rispettivamente Francesco Mallardo, Eduardo Contini e Patrizio Bosti, creando così un legame familiare tra i tre uomini ritenuti rispettivamente a capo del clan Mallardo, Contini e Bosti.

Attacco alla potente organizzazione camorristica.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.