Firme false M5S, l'indagine si allarga: sospetti su consensi mai raccolti

Share

Firme false M5S, l'indagine si allarga: sospetti su consensi mai raccolti

Interviene prima fra tutte l'Authority per le garanzie nelle Comunicazioni, l'AGCOM con una nota "ha ordinato alla Rai di far pervenire entro 24 ore la lista dei prossimi ospiti" di Che tempo che fa, "per poter valutare il rispetto delle condizioni di parità di trattamento" ai sensi del regolamento della commissione di Vigilanza in materia di par condicio referendaria, "riservandosi la facoltà di adottare misure d'urgenza". Al momento, mentre i vertici nazionali attendono le mosse della Procura e l'invio degli inviti a comparire per prendere una decisione, solo la La Rocca e Giorgio Ciaccio hanno fatto un passo indietro autosospendendosi, mentre i deputati nazionali coinvolti hanno attaccato querelando uno dei loro accusatori, l'attivista Vincenzo Pintagro. In quei giorni di aprile del 2012 c'era anche lei tra gli attivisti presenti al meet up. "La differenza tra noi e loro si vede dalla reazione: noi per la vicenda delle firme false a Palermo chiediamo la autosospensione degli indagati". "Una proposta irricevibile, dato che nessuno dei quattro ha seguito in parlamento la riforma costituzionale". Una domanda che si pongono anche alla base del M5s a Palermo.

Tra i grillini del capoluogo siciliano, infatti, il clima non è dei migliori: in molti nutrono del risentimento nei confronti dei parlamentari, incapaci di gestire una vicenda che alla fine è esplosa travolgendo l'intero Movimento. A parlare è PaoloDi Blasi, portinaio di un condominio in via Malaspina, aPalermo, lo stesso edificio dove abitano la deputata M5sLoredana Lupo e il marito Riccardo Ricciardi, in lizza alle'comunarie' per la scelta dei candidati alle comunali dellaprossima primavera, che devono ancora essere celebrate.

Le firme false di Palermo tornano sulla trasmissione Le Iene. Filippo Roma ha cercato il portinaio della grillina e sua moglie. Anche le loro firme compaiono nei moduli depositati dal M5s in municipio nel 2012, rispettivamente alla prima e alla nona posizione del foglio numero 208. La trasmissione Mediaset si avvale anche della collaborazione di Laura Guizzardi, perito grafologo del tribunale di Milano. Ma forse Fazio vuole solo dare un'impronta di gossip alla sua Che tempo che fa, preferendo il personaggio e tutto il contorno della diatriba piuttosto che l'informazione, la conoscenza e l'imparzialità di un ormai sempre più lontano servizio pubblico.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.