Doping: Schwazer torna in 'pista', apre sito per fare coach


Doping: Schwazer torna in 'pista', apre sito per fare coach

Share

Doping: Schwazer torna in 'pista', apre sito per fare coach

Con un figlio in arrivo a marzo econ una carriera sportiva ormai chiusa dopo due condanne perdoping a otto anni, il marciatore altoatesino Alex Schwazer sirimette in pista e, questa volta, come allenatore. Lo ha fatto sapere lo stesso altoatesino dal suo sito internet (www.schwazer-coaching.com), proponendosi come potrebbe fare qualunque persona, ossia con una sorta di messaggio urbi et orbi. "Con l'esperienza di oltre 70.000km di marcia e di centinaia di ore di corsa e in bici nellegambe - promette l'atleta sul web - spero di esservi utile perraggiungere il vostro personale obiettivo".

Ecco cosa ha scritto Schwazer, che fino all'ultimo aveva sperato di correre a Rio de Janeiro: "Sognate di correre la prima maratona della vostra vita e non sapete da che parte cominciare?".

Il curriculum di Schwazer, oro olimpico a Pechino nel 2008 nei 50 chilometri è senza dubbio un bel biglietto da visita. Oppure siete semplicemente stanchi del fatto che i programmi di allenamento siano spesso uguali e abbastanza monotoni?": "così l'atleta si rivolge agli sportivi della domenica, proponendo un "programma fatto su misura per voi".

Poi l'ormai ex marciatore si sfoga: "Certo, mi sarebbe piaciuto fare l'atleta ancora per qualche anno ma, non per colpa mia, non lo posso più fare".

Schwazer ha deciso di voltare pagina mettendo a disposizione l'esperienza maturata in anni di sport ad alto livello anche agli altri. "Tengo a precisare - si legge nel suo nuovo blog - che non sono né un medico, né un dietologo e che, quindi, non suggerirò diete o assunzioni di integratori alimentari". Ma in quanto ex atleta ha un bagaglio di conoscenza e di esperienza maturato negli anni di allenamenti con coach professionisti e dunque è in grado di aiutare gli amatori che vogliono avvicinarsi o migliorarsi negli sport di resistenza. Insomma, seppur concentrato a "rifarsi una vita", quella precedente è ancora ben presente nella mente dell'atleta altotesino.

Share


© . Tutti i diritti riservati.