Stati Generali Lingua italiana con Renzi e Mattarella

Share

Stati Generali Lingua italiana con Renzi e Mattarella

Il prossimo 17 e 18 ottobre si svolgerà a Firenze la seconda edizione degli Stati Generali della lingua italiana, intitolata Italiano Lingua Viva. "La diffusione della conoscenza della nostra lingua nelle scuole superiori e nelle università di Paesi stranieri - è scritto in un documento preparatorio della Farnesina - favorisce nel tempo la creazione nel mondo di classi dirigenti italofone e, dunque, italofile con cui instaurare fruttuose collaborazioni in tutti i campi". L'iniziativa si svolge in concomitanza con la XVI Settimana della lingua italiana nel mondo (17-23 ottobre) dedicata al tema "L'italiano e la creatività: marchi e costumi, moda e design" e coinvolgerà ambasciate, consolati e istituti italiani di cultura all'estero.

Ad intervenire anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella: "È ormai appuntamento consueto ritrovarsi a Firenze per discutere della nostra lingua italiana - sono state le prime parole del suo discorso - La continuità di lavoro è invece un elemento fondamentale e posso assicurare che la città di Firenze è presente e attiva, sia come amministrazione comunale che, e soprattutto, attraverso l'attività dell'Accademia della Crusca, dei Gabinetti letterari e delle altre istituzioni che ne animano la vita culturale". "È la sua patria grazie a Dante Alighieri, che con le sue opere, e soprattutto la Commedia, divulgò già nel XIII secolo il fiorentino come lingua ufficiale per tutti gli italiani - ha affermato - Credo di poter dire che nessuna lingua al mondo, come quella di Dante, abbia subito così pochi cambiamenti dopo più di settecento anni". Erano poco più di 1,5 milioni nel 2012-2013. E perché fa parte a pieno titolo della promozione di. I numeri più alti di studenti di italiano si registrano infatti nelle mete storiche dell'emigrazione italiana: "Germania, Francia, Australia, Stati Uniti, Argentina". "Il grosso investimento sul digitale che stiamo facendo in Italia - ha detto - dovrebbe essere fatto specularmente anche nella nostra promozione all'estero: è evidente che è lì oggi dove si può iniziare a instaurare un dialogo coi giovani che sempre meno ci vengono a cercare sulla televisione". Oggi oltre 2 milioni di cittadini stranieri scelgono di studiare l'italiano. Nel Salone dei Cinquecento, viene anche lanciato il logo "Portale della lingua italiana nel mondo", e approfondito il tema dell'uso della lingua italiana nelle strategie di comunicazione delle aziende del made in Italy con la partecipazione di rappresentanti dei settori della moda, dell'enogastronomia e del design. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.