Squadra Antimafia 8 13 ottobre: la Duomo scopre il falso Reitani

Share

Squadra Antimafia 8 13 ottobre: la Duomo scopre il falso Reitani

Il boss tiene tra le mani Giano Settembrini, braccio destro della Cantalupo e ottimo elemento della Duomo, e questo gli permette di usarlo a suo piacimento. De Silva, al contrario, si darà da fare per far saltare l'affare. Dopo aver chiamato i rinforzi, la donna si nasconde all'interno dell'abitazione e assiste alla scena con la pistola in mano, pronta a colpire se ce ne sarà bisogno. Vi basterà, infatti, guardarla in replica streaming online sul sito web VideoMediaset.it, qui troverete un'apposita sezione dedicata alla fiction firmata Taodue e potrete rivedere, anche, le stagioni precedenti per capire meglio tutti gli sviluppi della trama e per ricordare così il passato di alcuni personaggi e comprenderne le evoluzioni. Che le due siano davvero sorelle? Lui lascia la Duomo alla volta della casa del boss solo per mettergli le manette ai polsi e arrestarlo, e la Cantalupo decide di seguirlo. È l'amante di Enrico De Pedis (Riccardo Scamarcio), meglio conosciuto come Renatino, il boss che ha saputo gestire meglio di ogni altro il malaffare della capitale, poi finendo sotto i colpi della banda rivale della Magliana. - Giano Settembrini (Davide Iacopini) ha deciso da che parte stare: l'ispettore vuole sottrarsi al ricatto di Reitani (Ennio Fantastichini), che lo teneva in pugno. L'intervento dei colleghi riuscirà a salvarli, ma adesso Anna dovrà decidere la sorte di Giano: sceglierà di fare rapporto ai superiori o di proteggerlo?

Intanto Reitani accetta di coinvolgere i Corda e Torrisi (Fabio Troiano) nell'affare dell'uranio, affare sul quale sta indagando anche De Silva (Paolo Pierobon) pur se "controllato" a vista dalla mercenaria Milla.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.