Pescara-Sampdoria: formazioni ufficiali, blucerchiati con Budimir davanti

Share

Pescara-Sampdoria: formazioni ufficiali, blucerchiati con Budimir davanti

Al 23' la rete del pareggio. Nel finale di tempo i biancazzurri rimangono in dieci e ad inizio ripresa sbagliano un rigore con Caprari. I blucerchiati, nonostante l'inferiorità numerica durante tutto il secondo tempo e il rigore parato da Viviano, non riescono a battere il Pescara e tornare dall'"Adriatico" con i tre punti in saccoccia. Da notare la discreta condizione di Aquilani. Il Pescara deve ancora rimandare l'appuntamento con la prima vittoria stagionale, e sale a 7 punti in classifica, mentre la Sampdoria a 8. Al 20' si rivede la formazione blucerchiata con un tiro ciabattato da buona posizione. Apparsi fuori fase diversi giocatori, con una manovra lenta e prevedibile.

Ecco le dichiarazioni del tecnico dei doriani Marco Giampaolo: "All'Adriatico ho cominciato a lavorare quando ho smesso". Di fronte, dunque, due squadre a corto di risultati, a caccia di un guizzo che dia un nuovo senso al loro campionato.

Su punizione dell'ex Torreira, Barreto non arriva sulla palla ma dietro c'è Campagnaro, che di testa batte Bizzarri.

Al 23′ lo stesso Campagnaro realizza il pareggio insaccando di testa s sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nel finale di primo tempo espulso Coda per doppia ammonizione e, al 4' della ripresa, Caprari si fa parare un rigore da Viviano.

Oddo corre subito ai ripari per l'espulsione di Coda e sostituisce un trequartista come Benali per inserire un difensore centrale come Fornasier. Dagli undici metri va Caprari ma la conclusione dell'attaccante viene intuita e disinnescata da un Viviano in versione saracinesca. Da lì a poco il Pescara rischia anche di rimontare Benali, che spara un destro potente da dentro l'area ma il numero 2 doriano sfodera un paratone che tiene in vita la squadra.

L'ex Inter non segnava inoltre dal febbraio 2013 contro la Lazio: "io ho fatto autogoal - ha dichiarato Campagnaro - ma poi ho segnato anche per noi e voglio chiedere scusa alla Samp per aver esultato, come ex non avrei dovuto ma in quel momento non capivo piu' niente". Il pareggio è il giusto premio per la formazione di Oddo, che pure aveva sognato la grande impresa.

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Vitturini (53' Zuparic), Campagnaro, Coda, Biraghi; Memushaj, Cristante, Aquilani; Benali (46' Fornasier), Caprari; Bahebeck (66' Pepe).

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto (dal 39′ s.t. Praet), Torreira, Linetty; Alvarez (dal 9′ s.t. Fernandes); Quagliarella (dal 24′ s.t. Muriel), Budimir.

A disposizione: Puggioni, Tozzo, Pereira, Krajnc, Dodò, Eramo, Fernandes, Praet, Schick, Muriel.

MARCATORI: Aut. Campagnaro al 12' p.t., Campagnaro al 22' p.t.

ESPULSI: Coda al 45' p.t.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.