Ordini boom per il nuovo Btp a 50 anni

Share

Ordini boom per il nuovo Btp a 50 anni

Tradotto: la cedola del nuovo Btp a 50 anni dovrebbe attestarsi intorno al 2,9 per cento. Dopo tanti mesi di preparazione, il Tesoro italiano è riuscito a collocare titoli di stato con scadenza 2067.

L'Italia diventa così il quarto Paese europeo ad entrare nell'arena dei titoli a 50 anni.

Il Btp settembre 2046 ha chiuso oggi con un rendimento del 2,261%.

L'attesa emissione del Btp a 50 anni si è attestata a 5 miliardi, a fronte di ordini superiori ai 18,5 miliardi di euro, compresi 2,4 miliardi dei joint lead manager. La struttura del nuovo titolo avrà cedole semestrali con tasso annuo fisso, definito al momento del lancio del titolo, e rimborso alla pari.

Le prime indicazioni di rendimento si attestavano in area 'mid-to-high' 50 pb sul tasso del Btp marzo 2047, poi riviste a 54 pb. Con il Btp 50 anni, l'Italia fissa a lunghissimo termine un costo di finanziamento contenuto e allunga la duration del debito. Sono bastate poche ore e il nuovo titolo italiano è già andato a ruba. Questa emissione, però, ci dice che in questo momento gli investitori stanno valutando che non ci sarà esito negativo o ripercussioni strutturali dal referendum, commenta Claudia Segre, presidente di Global Thinking Foundation.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.