Oculus sospende il supporto di Gear VR per il Galaxy Note 7

Share

Oculus sospende il supporto di Gear VR per il Galaxy Note 7

Piuttosto che rischiare di affrontare nuovi problemi legati al Galaxy Note 7, Samsung sembra quindi aver preferito bloccare il problema alla radice ritirando definitivamente il Galaxy Note 7, una scelta che secondo le prime ipotesi degli analisti, potrebbe costare fino a 17 miliardi di dollari a Samsung, e che ha già provocato un declino dell'8% del valore delle azioni in borsa, senza contare il danno d'immagine relativo a questa situazione. Il messaggio è ben chiaro e non vi è quindi alcun dubbio sul da farsi: se avete un Note 7 dovete restituirlo, avrete però comunque i vostri premi che vi spettano.

A livello internazionale, stiamo lavorando con organismi di regolamentazione competenti per investigare i casi recentemente segnalati che coinvolgono esclusivamente il modello Galaxy Note7.

Settimana intensissima quella che stiamo vivendo grazie a Samsung, considerando non solo la nuova sospensione delle vendite per il Samsung Galaxy Note 7, ma anche una svolta potenziale che sta per investire sia il Samsung Galaxy S7, sia il Samsung Galaxy S7 Edge.

I problemi di autocombustione del Samsung Galaxy Note 7, la cui produzione è stata arrestata, hanno spinto Oculus a sospendere il supporto dello smartphone per il visore Gear VR. Il prodotto non è mai stato ufficialmente immesso in commercio, ad eccezione di circa 4000 pezzi richiesti con la prima fase di pre-ordine, di cui ne sono stati consegnati meno della metà.

"Siamo un leader tecnologico responsabile e fortemente impegnato nel far sentire i nostri clienti in ogni istante sicuri, entusiasti e ispirati, mantenendo alta l'eccellenza dei nostri prodotti". In attesa di capire quali saranno le prossime mosse dell'azienda sotto questo punto di vista, non posso non prendere in considerazione le voci riguardanti la gamma dei Samsung Galaxy S7.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.