Nizza, Mancini: "Balotelli è un ragazzo straordinario"

Share

Nizza, Mancini:

L'ex tecnico dell'Inter ha concesso una lunga intervista a 'L'Équipe' su Mario Balotelli, esponendo le proprie considerazioni sul giocatore, sull'uomo e su tutto ciò che è successo durante le loro esperienza all'Inter e al City. "Deve capire che la potenzialità per essere ancora un fuoriclasse". "E' fantastico sia come giocatore e come ragazzo, nel bene e nel male". È un giocatore speciale per me, per quello che ha fatto sul campo e anche fuori (ride). Se capisce che il Nizza gli ha dato una grande opportunità... "Ma Mario la deve smettere di togliersi la maglia quando segna, per lui dovrebbe essere una cosa normale". Era davvero impressionante, ero certo che sarebbe diventato un fuoriclasse. Io ho esordito a 16, e mi piace far giocare i giovani. "Mario ha delle qualità tecniche che Adriano non possedeva". Balotelli. Adriano sfruttava bene le suo doti fisiche, ma Balotelli è un'altra cosa. Ora tutti sanno che deve continuare così e lavorare ancora di più, sia a livello offensivo che difensivo. Doveva adattarsi a un altro calcio. Vedendo le immagini la gente pensa che siamo venuti alle mani, ma non è affatto così. E poi Mario ha fatto un'entrata dura su di lui. Ma qualsiasi allenatore avrebbe individuato il talento di Mario. Mario sta conquistando la Francia, in attesa di riconquistare la Nazionale, e si è preso nuovamente la prima pagina dell'Equipe, con un titolo che parla da solo: "L'indomabile". È il migliore attaccante italiano di questi ultimi anni. Ma alla fine ho accettato, perché sono felice per lui che stia andando bene al Nizza.

Tra gli episodi memorabili la maglietta "Why always me?" mostrata dopo un gol nel derby vinto 6-1 a Old Trafford con lo United: "Mario era stato incredibile".

"Quando sei giovane, è importante incontrare un allenatore che ha il coraggio di farti giocare". Chi poteva pensare di fare una cosa simile?

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.