Napoli, Reina: "Cessione Higuain inevitabile. Il suo addio ci ha rinforzati"

Share

Il portiere azzurro Pepe Reina ha parlato dal ritiro della nazionale spagnola alla Gazzetta dello Sport.

Su Milik: "L'infortunio è un problema perché stava facendo benissimo però bisogna guardare avanti, augurargli una pronta guarigione e stargli vicino. Abbiamo una grande rosa, troveremo una soluzione". Era un sacrificio inevitabile, se qualcuno paga la clausola hai le mani legate. "Se pensassiamo che il campionato è già chiuso qua, sarebbe meglio che togliessimo tutti il disturbo". Hanno speso 140 milioni di euro, hanno tolto un giocatore fondamentale alla Roma e un altro al Napoli, hanno costruito una squadra molto più competitiva di quella dello scorso anno che non era esattamente scarsa. Gonzalo aveva fatto delle richieste che sono state rifiutate e si è chiusa. "Siamo forti, con e senza Milik". Reina ha poi aggiunto che i soldi incassati con l'addio di Higuain avevano comunque permesso alla società di rinforzare la squadra con numerosi acquisti, anche se ammette che quanto successo a Milik rischia di cambiare le cose.

Sulle lamentele per gli arbitraggi dico solo che io ho buona fede e non se ne dovrebbe parlare.

Nonostante il gap contro la Juventus, Reina non si arrende nella corsa scudetto: "Se dovessimo pensare che hanno già vinto allora meglio spegnere la luce, chiudere la porta e andar via". Noi dobbiamo girare pagina e guardare avanti con fiducia. Beh, io preferisco restare in silenzio e lavorare. Gli arbitri si sbagliano, a volte ti va bene, altre invece ti va male. Il Napoli avrebbe potuto avere 4 punti in più ma pazienza. L'obiettivo è difficile, però è chiaro che rispetto al campionato il cammino è molto più breve. "I conti si fanno alla fine e chi vince lo fa per meriti propri". Tranquilli, senza mettere obiettivi che appesantiscano i giocatori sotto responsabilità eccessive.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.