Intermot 2016: Kawasaki Ninja 650

Share

Intermot 2016: Kawasaki Ninja 650

Presentate al
pubblico di Intermot 2016 quattro significative novità Kawasaki, svelate direttamente da Kenji Tomida, presidente della Motorcycle and Engine Company di Kawasaki. Una risposta pratica alle esigenze di un crescente pubblico europeo. La Ninja ZX-10RR, che verrà distribuita nel nostro continente in un massimo di 500 unità, è dotata di dispositivi che derivano dal mondo racing. Tra le sue particolarità di derivazione corsaiola da segnalare il cilindro modificato per accogliere un albero motore racing e una nuova disposizione del carter che garantisce una durata più lunga di funzionamento a ritmo gara. La ZX-10RR è destinata a ricevere numerose richieste da teams nella categoria Superstock e in Superbike. Con la minacciosa livrea nera buca il cuore degli appassionati (ed anche dei piloti, amatori e non) e si presenta come la Ninja più estrema di sempre. Un esempio di una moto Kawasaki che nello stesso tempo ha definito e poi dominato un nuovo segmento nel motociclismo. Ora prevede un'erogazione di potenza più fluida, taratura delle sospensioni riviste, carenatura ridisegnata e parabrezza più ampio per offrire una maggior protezione al centauro e sedute più morbide e confortevoli sia per il guidatore sia per il passeggero. Il cambio KQS rivisto consente di salire e scalare di marcia anche senza intervenire sulla frizione, a patto di superare i 2.500 giri.

Da segnalare, infine, la possibilità di aggiungere valigie laterali di facile montaggio per trasformare la SX in una tourer di indole sportiva. A Intermot ha inoltre presentato la prospettiva della società di essere partecipe e protagonista di un nuovo inizio che riguarda il trasporto su due ruote, quello dell'intelligenze artificiale (AI): "Stiamo studiando di realizzare motociclette che siano dotate di quella che potremmo definire una "personalità" che può crescere insieme con il pilota".

Inoltre la ZX-10RR è dotato dell'IMU che offre sei gradi di misurazione dell'orientamento della moto e un numero impressionante di aiuti avanzati al pilota tra cui traction control di ultima generazione, controllo del freno motore elettronico, launch control, sistema anti bloccaggio di freni e cornering KMCF.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.