Il nuovo operatore "Wind-H3G" debutterà a gennaio 2017

Share

Il nuovo operatore

Serviranno sinergie, poiché decine di negozi Wind e 3, sparsi in tutte le città d'Italia, sono oggi ridondanti.

La fusione effettiva tra Wind e 3 Italia avverrà il 1 gennaio. Il tutto per rimanere nei termini delle regole antitrust europee, così da mantenere quattro operatori MNO sul mercato italiano.

L'unica certezza è che, con la fusione tra Wind, azienda di proprietà di VimpelCom, e 3 Italia, di Hutchinson, si è liberato un posto per un nuovo operatore che, come alcuni di voi sapranno, sarà Free Mobile, di proprietà della francese Iliad.

Andranno infatti fuse assieme non solo due reti profondamente diverse fra loro, ma anche call center, punti vendita spesso in competizione fra loro, applicazioni di servizio per smartphone e tanto altro.

Il trasferimento dei blocchi di frequenze e dei siti di stazioni base mobili permetterà al nuovo operatore di sviluppare e lanciare la propria rete in Italia e di proporsi come quarto operatore di telefonia mobile, fornendo servizi al dettaglio ai consumatori e servizi di accesso all'ingrosso agli operatori virtuali di rete.

Prima rassicurazione: nonostante la fusione tra Wind e 3 Italia, chiunque ha in essere un contratto con uno dei due operatori, non vedrà modificarsi le rispettive condizioni contrattuali.

È stato lo stesso Ibarra (A.D. di Wind) a comunicare la data (primo giorno del 2017) della fusione dei due operatori.

Vi terremo sicuramente aggiornati su nuovi sviluppi della vicenda.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.