Siria, la Russia chiede riunione urgente all'Onu: Gli Usa difendono Isis

Share

In un comunicato, l'esercito di Damasco sostiene che i raid aerei hanno colpito la sua base di Deir el-Zour nell'est del Paese, provocando vittime e danni alle apparecchiature e dando così la possibilità ai jihadisti dell'Isis di avanzare sulla collina che domina la base aerea.

Il generale Savchenko ha aggiunto che ci sono già stati 12 morti, tra cui due bambini, con i ribelli siriani che hanno usato la tregua per riorganizzarsi e "passare all'offensiva": "Atti di terrorismo - ha avvertito - sono possibili nei distretti di Aleppo, Damasco, Tartus e Latakia".

Gli attivisti dell'opposizione denunciano intanto le uccisioni dei primi 13 civili dall'entrata in vigore del cessate il fuoco, lunedì scorso, e assumono toni sempre più polemici le dichiarazioni incrociate tra Washington e Mosca. Lo riferiscono fonti militari americane, precisando che la coalizione stava bombardando in un'area colpita in passato e credeva di avere nel mirino una postazione del Califfato. Mosca ieri ha chiesto agli Stati Uniti un maggiore impegno nel controllo dei gruppi ribelli attivi in Siria e soprattutto di adempiere la promessa di separare i combattenti dell'opposizione moderata siriana "sotto il patronato di Washington" da quelli dell'ex Fronte al Nusra (noto ora come Jabhat Fatah al Sham) e altre forze estremiste, in particolare le forze di Ahrar al Sham. Successivamente Washington ha fatto sapere che la coalizione Usa avrebbe informato la controparte russa di stare in procinto di colpire militari siriani anziche' obiettivi dell'Isis. Se confermato, sarebbe la prima volta che la coalizione a guida Usa prende di mira le forze governative siriane. Mentre le violenze aumentano gradualmente in molte regioni del Paese, compresa Aleppo e i sobborghi intorno a Damasco.

A fare chiarezza in questa confusa situazione non aiuta certo il mistero che ancora circonda l'accordo siglato tra Russia e Usa la settimana scorsa. Nel frattempo due razzi provenienti dalla Siria e diretti verso la parte delle Alture del Golan occupate da Israele sono stati intercettati oggi pomeriggio dal sistema di difesa israeliano Iron Dome.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.