Siria: fonti, intensi raid su Aleppo est

Share

Siria: fonti, intensi raid su Aleppo est

Tra le vittime, molti bambini, in particolare nel villaggio di Beshqati ad ovest della città, secondo quanto riportato da Al Jazeera.

Un pesante bombardamento nelle aree controllate dai ribelli nella zona orientale di Aleppo ha ucciso almeno 80 persone e distrutto almeno 40 edifici in un solo giorno.

Ad essere colpita è la parte orientale della città, che è in mano agli insorti, ma dove vivono - secondo stime dell'Onu - circa 300mila civili. Abdul Rahman al Hassani, responsabile dei caschi bianchi, gli operati che portano soccorso ai civili in Siria, ha spiegato che tre dei quattro centri dell'organizzazione sono stati bombardati, aggiungendo che "due di questi sono ora fuori servizio".

Non c'è tregua per la Siria, in particolare ad Aleppo. Nelle prossime ore si incontreranno a New York il segretario di Stato Usa John Kerry e il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov prima dell'intervento del ministro degli esteri russo in Assemblea Generale all'Onu. 611 sono i civili morti dei quali, 163 minori e 90 donne. Sono questi i numeri della nuova strage quotidiana commessa ad Aleppo e nella sua provincia nel corso dei raid aerei governativi e russi.

Nei raid della Coalizione sono stati uccisi però anche 90 soldati governativi siriani, che combattevano contro l'Isis. Ma l'accordo tra USA e Russia è ben lontano dall'essere raggiunto: lo stesso Staffan DeMistura, inviato speciale dell'ONU, ha definito l'ultima riunione del Gruppo di Supporto internazionale "molto deludente". Colpiti a morte anche 136 miliziani qaedisti e 10 di altre fazioni armate siriane.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.