Salone del gusto di Torino, la Toscana partecipa con 50 espositori

Share

Salone del gusto di Torino, la Toscana partecipa con 50 espositori

Olio extra vergine di oliva, anche Dop e Bio, taralli artigianali, fichi secchi mandorlati e al cioccolato, oli aromatizzati, ortaggi sott'olio, sughi pronti, confetture e marmellate, birra artigianale, birra biologica artigianale, creme vegetali, insaccati freschi e stagionati, farina, semola, pane, pasta e prodotti da forno latticini e formaggi stagionati, ricotta e altri prodotti caseari, vincotto primitivo, insieme ai presidi del gusto sono i tantissimi prodotti che la Puglia mette in vetrina a Torino.

Anche San Benedetto sarà presente al Salone del Gusto di Torino che domani aprirà i battenti.

Oltre a dare visibilità ai propri prodotti, le aziende avranno modo di partecipare ad un apposito Talk Show sui "Giovani in agricoltura" che si svolgerà presso lo Stand del Mipaaf (Parco del Valentino, Area D Istituzioni) Venerdì 23 settembre alle ore 12.00. La giornata di domenica, invece, sarà interamente dedicata al brand "Rosso Calabria" che, partendo dai caratteristici vini che qualificano la produzione calabrese, vuole promuovere tutte le eccellenze enogastronomiche della regione, indissolubilmente legate ai nostri territori.

Per ulteriori informazioni e per il programma della manifestazione si può visitare il sito del Salone del Gusto. Da un po' di tempo percepiamo che a livello mondiale c'è più voglia di Toscana, cioè più voglia dei nostri prodotti di qualità.

Torino farà le cose ancora più in grande alla biennale di quest' anno, infatti oltre a presentare gli appuntamenti in tutti i luoghi più prestigiosi della città si prepara ad ospitare ottocento espositori in arrivo da cento paesi diversi, in più cinquemila delegati della rete Terra Madre provenienti da centosessanta paesi.

E' il più importante evento dedicato alla cultura del cibo.

Turisti e torinesi: dal 22 al 26 settembre il Salone Internazionale del Gusto richiamerà nelle strade della nostra città decine di migliaia di persone. Laboratori specifici con degustazione saranno dedicati, per esempio, ai Presìdi Slow Food della montagna Camapara (Honduras) e delle terre alte di Huehuetenango (Guatemala), quelli di Luwero (Uganda), fino al Presidio del caffè selvatico della foresta di Harenna (Etiopia).

La Toscana: eccellenze, innovazione legalità.

I vini saranno offerti dai consorzi Doc e Docg della Toscana. La strategia per lo sviluppo rurale della Calabria", con il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, il Consigliere regionale con delega all'Agricoltura Mauro D'Acri, l'AdG del PSR Calabria Zanfino, il dirigente NVVIP della Regione Calabria Giovanni Soda, il Commissario straordinario di AGEA Gabriele Pagliardini ed il Presidente di Slow Food Italia Gaetano Pascale (sabato 24 alle 18); "Benessere rurale, sviluppo turistico e la Calabria che verrà.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.