Polizia Usa uccide tredicenne afroamericano: aveva pistola aria compressa

Share

Polizia Usa uccide tredicenne afroamericano: aveva pistola aria compressa

La tragedia si è consumata in Ohio, dove un 13enne armato di pistola ad aria compressa durante quella che inizialmente si pensava fosse una rapina a una banca, è stato ucciso dalla polizia in Ohio. Questa volta a finire sotto i colpi degli agenti è stato un ragazzino di soli 13 anni di nome Tyree King, a Columbus, in Ohio. Un altro ragazzo è stato fermato e poi rilasciato.

Il 13enne avrebbe estratto dalla cintura una pistola ad aria compressa provocando la reazione di un agente che ha aperto il fuoco, ferendolo mortalmente. I due poliziotti li hanno inseguiti. A quanto pare, non ci sono neanche telecamere di sicurezza, o video girati da testimoni, cornerà invece successo nel caso di Tamir Rice. Uno degli impiegati, poi, aveva raccontato di essere stato persino minacciato dai rapinatori. "Come mai un tredicenne aveva in mano una replica quasi esatta di un'arma della polizia?" ha chiesto il sindaco.

BLACK LIVES MATTER Negli ultimi due anni, il ripetersi di sanguinose reazioni delle forze dell'ordine contro giovani di colore ha dato vita al movimento "Black lives matter" che ha ottenuto che varie città cerchino un miglior rapporto con le minoranze. Sul caso è stata aperta un'inchiesta: da ricostruire la dinamica dei fatti che hanno portato allo scontro a fuoco tra la polizia e i rapinatori.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.