Noto, operazione della Dda "Ultimo atto": arrestati Bianca Nunziatina e Gianfranco Trigila

Share

Noto, operazione della Dda

Sono stati sottoposti ai domiciliari Bianca Nunziatina e Trigila Gianfranco, entrambi nati a Noto, lui il fratello di Trigila Antonio, detto "Pinuccio Pinnintula", e lei la cognata.

La moglie e il fratello del boss siracusano Antonio Trigila, che sta scontando una condanna all'ergastolo, sono stati arrestati stamane dalla polizia con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, aggravata dalla finalità mafiosa. Accertato il ruolo di primo piano di Nunziatina Bianca e Gianfranco Trigila, in assenza di Antonio Trigila, soprannominato "Pinuccio Pinnintula", detenuto da oltre vent'anni.

In una delle nostre inchieste ne avevamo parlato (LEGGI). Grazie all'attività investigativa si è scoperto un articolato e redditizio traffico di sostanze stupefacenti organizzato dai vertici del clan Trigila in collaborazione con la "ndrina" calabrese, da anni con base operativa nel milanese.

Il clan Trigila, tra il 2010 ed il 2015, aveva organizzato un'attività di spaccio rifornendosi in Lombardia.

Spicca, in particolare, il ruolo di Nunziatina Bianca, portavoce all'esterno delle direttive impartite dal carcere dal boss detenuto e diretta esecutrice delle indicazioni ricevute dal marito. L'indagine, svolta avvalendosi di operazioni tecniche e del contributo fornito dai collaboratori di giustizia, vede coinvolte diverse persone, la cui posizione e' tuttora al vaglio degli inquirenti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.