Napoli, De Laurentiis: "Ibrahimovic, che uomo! Stadio di proprietà come dico io"

Share

Napoli, De Laurentiis:

Milik mi sembra un ragazzo estremamente a posto con grandi capacità di opportunismo in area, bravo di testa, lo ha dimostrato. Mi è capitato di vedere tre partite in televisione e mi sono veramente rinfrancato e beato.

Stando a quanto riportato dall'edizione odierna di Repubblica, il patron dei partenopei avrebbe legato al dito un episodio che proprio non ha perdonato ai tifosi azzurri. Ai microfoni di Premium Sport ha aggiunto che bisogna cambiare i format dei campionati ("facciamolo con 10 squadre"), mentre a Sky Sport ha parlato del sogno scudetto: "prima o poi speriamo di vincerlo, noi ce la mettiamo tutta, del resto i 128 milioni investiiti sul mercato sono uno sforzo enorme". Bisognerà capire come aumentare i nostri fatturati.

"Non andrò mai più al San Paolo a vedere il Napoli". Poi anche perché quest'anno riprenderò i lavori con la Filmauro all'estero, quindi avrò meno tempo. - "Hanno delle caratteristiche completamente diverse". L'anno scorso giocavano tutti per Higuain, quest'anno è diverso. "Credo che ci siamo molto rinforzati a centrocampo e dal centrocampo possono venir fuori anche delle ulteriori sorprese". Io costruirò uno stadio a Napoli e lo costruirò a modo mio, come se fosse un teatro con le poltrone come quelle del teatro, bellissime. Sarà un club, con 20 mila posti. Giuntoli è un inglese mancato. Higuain? Predator (predatore ndr.). Ho cenato con lui a Los Angeles, mi ha illuminato. Educato, garbato, simpatico, colto. Vedo che c'è una preparazione dietro ogni sfida e si vede la mano di Sarri, sono convinto della bontà del suo lavoro. "L'importante non è avere tanti abbonati, ma avere lo stadio pieno e sono certo che in questa stagione, sia in Campionato che in Champions League lo riempiremo".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.