Lega a Pontida tra bandiere e magliette 'contro' Papa Francesco

Share

Matteo Salvini, a margine del trentesimo raduno leghista di Pontida (vent'anni dopo la marcia del Po), replica così a chi chiedeva chi fosse l'interlocutore ideale nel centrodestra, per il Carroccio. E a chi gli ha chiesto a chi si è riferito, ieri, quando ha parlato di "mummie" presenti alla convention di Stefano Parisi, Salvini si è limitato a replicare: "Non vogliamo recuperare qualcuno che è solo a caccia di poltrone".

Quindi, Salvini si lascia andare a una battuta anti papa Francesco. La vendono i Giovani padani, raffigura Bergoglio che si tiene la testa tra le mani, e una scritta recita: "il mio Papa e' Benedetto". Del resto, ha aggiunto, "Benedetto aveva idee molto precise sull'Islam". Centinaia le bandiere con il simbolo della Lega e con Alberto da Giussano (ma ne spuntano anche alcune dal Sud Tirolo e da Lecce), oltre a striscioni inequivocabili recanti le scritte "la rivoluzione non si vota, si fa" e "Con le ruspe in tangenziale andiamo a governare".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.