La sindaca Raggi celebra le prime nozze gay in Campidoglio

Share

La sindaca Raggi celebra le prime nozze gay in Campidoglio

Cosi' Francisco Raffaele Villarusso, uno dei due ragazzi uniti civilmente stamattina in Campidoglio dalla sindaca di Roma Virginia Raggi. Il sì della coppia è stato salutato da un grande applauso dei presenti alla cerimonia.

"Benvenuti. Vi vedo emozionati e giustamente". E' un momento importante, una grande emozione, nasce una nuova coppia e una famiglia - ha detto Raggi -. Dopo Torino, Bologna e Milano, è il turno della Capitale di applicare la legge Cirinnà approvata nei mesi scorsi in Parlameno.

Non è la prima unione civile gay del Lazio. "Vi auguro una unione lunga e divertente - ha aggiunto - potrebbe avere qualche scossone ma vi auguro di superare gli ostacoli che la vita ci pone davanti".

Oltre ai cilindri, anche i vestiti sono identici. I due giovani indossavano un cilindro viola uguale, camicie con jabot e sneakers identiche e la sindaca, raccogliendo la loro emozione, ha continuato: "Questa è la sfida che vi accingete a intraprendere. Vi auguro una vita intensa". "Credo che anche il fatto di essere i primi a Roma sia stata una bella coincidenza". Poi, si concedono con gentilezza alle foto mostrando le fedi al dito e rispondono alle domande dei giornalisti. Gli fa eco Luca: "Abbiamo messo nero su bianco, ora siamo una famiglia vera, come lo eravamo già nella realtà di tutti i giorni". "Ci eravamo trasferiti a Barcellona sapendo di non poterci sposare a Roma - racconta Francisco - ma appena è uscita la notizia della possibilità di una legge siamo tornati in patria".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.