Inter, Moratti: I cinesi mi hanno chiesto di tornare presidente

Share

Inter, Moratti: I cinesi mi hanno chiesto di tornare presidente

Dopo diciannove anni trascorsi in società, Massimo Moratti è quanto mai vicino a tornare presidente dell'Inter.

Ciò potrebbe significare che non solo Suning sia ancora in attesa di una risposta definitiva, ma anche che Moratti stia considerando seriamente l'eventualità di tornare alla presidenza dell'Inter. C'è la possibilità, purché lui si convinca. "Questo lo rende simpatico". Sensi mi rispose: "No, parliamo degli altri". "L'offerta l'ho fatta ma mi è stato risposto in una maniera che ho apprezzato, un grande amore di Sensi nei confronti della squadra". Queste le parole di Moratti: "Ho grande ammirazione per Totti, un giocatore fuori dal normale, di quelli che inventano calcio e anche se giocano contro ti incanti per le giocate che fa. Non so se avremmo potuto vincere di più con Totti ma sicuramente sarebbe stato meraviglioso andare allo stadio ogni domenica per vedere Totti e Ronaldo insieme". Al gruppo serve un presidente presente. Hanno fatto bene ad aspettarlo. Mi sento abbastanza sento fiducioso, il loro desiderio di far bene è serio e sono partiti forte. La nuova proprietà cinese glielo ha già chiesto; un'operazione di immagine, forse, per rafforzare i legami con la tifoseria rimasta legata al presidente del Triplete. Ma sarebbe un errore sminuire il lavoro di De Boer, come è stato fatto con Mancini quando si parlava sempre di Simeone.

Infine un'ultima battuta sul neoallenatore Frank de Boer: "È bravo, assolutamente valido per la squadra; spero che possa ottenere buoni risultati".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.