Hillary Clinton si sente male e si rifugia a casa della figlia

Share

Hillary Clinton si sente male e si rifugia a casa della figlia

Malattia Clinton: vittoria Trump vicina? Eppure nonostante Donald Trump la incalzasse chiedendo notizie sulla sua salute, non aveva mai detto nulla.

È inquadrata soltanto di spalle, ma le immagini descrivono perfettamente quello che sta succedendo.

Non è un buon momento per Hillary Clinton. Ci si può aspettare che il suo stato di salute torni di prepotenza al centro del dibattito.

Mancano solo due mesi e mezzo alle presidenziali americane del prossimo 8 novembre e Hillary Clinton è prossima a compiere 69 anni. Con un'ipotesi (per ora molto remota) che possa addirittura essere costretta ad abbandonare la sfida per la Casa Bianca proprio nella volata finale.

Su un video amatoriale dell'incidente che circola in rete e in televisione, Hillary Clinton perde l'equilibrio prima che il SUV nero su cui dovrebbe salire, sembra cascare per terra ma è recuperata dai suoi dipendenti. In secondo luogo in passato ci sono state negli Stati Uniti campagne elettorali caratterizzate da marcate oscillazioni. Susan Rice interpretò male il suo ruolo, fu distrutta dai media e dall'opposizione e quel suo gesto "sacrificale" le costò la poltrona di segretario di Stato cui ambiva dopo l'annuncio delle dimissioni di Hillary. Sarebbe il vicepresidente, Kaine a prendere le redini della Casa Bianca.

C'è poi l'episodio di Uranium One, l'azienda canadese produttrice di uranio, una delle più grandi del mondo.

"Avremmo potuto fare di meglio, ieri".

Clinton è stata trasportata fino all'appartamento della figlia Chelsea, a New York, dove si è ripresa rapidamente ripresa e da dove ha fatto un breve saluto a stampa e sostenitori, prima di raggiungere la sua casa a Chappaqua, nella Contea di Westchester. Di nuovo, la banca è vicina al Cremlino, aveva lavorato all'affare per conto di Rosaton.

"Spero che guarisca presto", ha detto Donald Trump e nello stesso tempo ha fatto sapere che fornirà tutte le informazioni relative alla sua salute, precisando di essersi sottoposto ad una visita medica la settimana scorsa e che quando avrà risultati li renderà noti "nei minimi dettagli". Una questione di sicurezza un controllo necessario per evitare che la principale fonte per armare le testate nucleari finisse in mano al "nemico".

L'imprevisto si e' abbattuto sulla campagna elettorale americana. Più volte Band, con un ruolo chiave alla fondazione Clinton, contattò il dipartimento di Stato violando le "pareti cinesi" imposte per evitare conflitti di interesse. Settimane fa i due si sono separati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.