Franceschini: "Al lavoro per un unico Salone del libro Torino-Milano"

Share

Franceschini:

"Un grande Salone del libro unico, da tenersi contemporaneamente a Milano e a Torino" e non due fiere diverse in versione mignon. La conferma arriva direttamente dall'intervista rilasciata al quotidiano Repubblica, in cui viene spiegato senza mezzi termini il progetto pensato dal ministero dei beni culturali e del turismo: "Rischiamo una colossale figuraccia internazionale".

Nuov idea per il Salone del Libro da parte del ministro Dario Franceschini che sorprende tutti lanciando un'intesa sul Salone del Libro con un evento unico nelle stesse date e con un'unica governance, che metta fine alla battaglia partita quest'estate fra Milano e Torino. All'incontro c'erano il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, il sindaco di Torino, Chiara Appendino e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. "E chi dirà di no, senza avanzare proposte alternative, se ne assumerà la responsabilità". Mibact e Miur entrano nella Fondazione in febbraio.

Eppure, da quel momento, lo scenario è andato complicandosi, con l'aumentare di divisioni e, infine, la duplicazione. "Ma certo - risponde il ministro - Ci siamo appena entrati". Torino è forte dell'appoggio dei ministri, ma da Milano si insiste sul fatto che l'unica differenziazione possibile potrebbe essere tra una fiera commerciale che dovrebbe svolgersi a Rho e una grande rassegna a Torino, un festival diffuso sul modello di BookCity. "Se si optasse per questa soluzione, i due ministeri potrebbero parteciparvi anche con un impegno finanziario più forte".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.