Filmini hot in rete, donna si suicida per la vergogna

Share

Filmini hot in rete, donna si suicida per la vergogna

"Stai facendo il video?". Sul web furono diffusi alcuni video che immortalavano la ragazza in un compagnia di un uomo.

IL PROCESSO il processo è in fase di svolgimento presso il tribunale di Napoli Nord, che ha però emesso un provvedimento d'urgenza, concedendo a Tiziana l'uso di un nuovo cognome, per evitare di essere riconosciuta. La giovane donna aveva intrapreso anche un'azione legale per chiedere la rimozione dalla rete di quei filmini.

Da un anno e mezzo la sua vita era diventata un inferno.

Si chiude nel modo più drammatico possibile una vicenda che per mesi era rimbalzata sui social: girando prima fra una cerchia ristretta di utilizzatori di WhatsApp, per poi approdare alla "ribalta" più ampia di Facebook e Twitter.

Tizian, 31 anni, non è riuscita a superare questa tremenda vicenda che, oltre ad una fama non richiesta, le ha portato anche un importante caricao di odio "webete". A diffondere il video era stata la stessa Tiziana, inizialmente a un ristretto numero di amici. Descritta, da chi la conosceva, come una ragazza semplice e solare. Aveva cambiato cognome, ma le conseguenze di quell'azione hanno continuano ad influenzare la sua vita.

Sul corpo senza vita di Tiziana, i cui bulli sono migliaia di persone dai volti e ruoli sociali vari e dalle vite sicuramente non tutte limpide e sante, riecheggiano le parole, datate due millenni fa, di Colui, che per i credenti di religione cristiana, è il solo a poter giudicare: "Chi di voi è senza peccato, scagli la prima pietra".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.