Bufera in Campidoglio, in cinque abbandonano la Raggi

Share

De Priamo è intervenuto per chiedere che il sindaco o la giunta "riferiscano" in Assemblea sulle dimissioni dell'assessore al Bilancio Marcello Minenna e del capo di gabinetto Carla Romana Raineri.

Nel pomeriggio di ieri, la sindaca ha avuto una riunione con la sua maggioranza e alcuni assessori: "Stiamo lavorando per individuare delle personalità di rilievo che possano contribuire al rilancio della città". Una richiesta per garantire il massimo della trasparenza: il 'palazzo' deve essere di vetro, tutti i cittadini devono poter vedere cosa accade dentro.

"Sulla base di due pareri contrastanti, ci siamo rivolti all'ANAC che, esaminate le carte, ha dichiarato che la nomina della dottoressa Carla Romana Raineri a Capo di Gabinetto va rivista in quanto 'la corretta fonte normativa a cui fare riferimento è l'articolo 90 TUEL' e 'l'applicazione, al caso di specie, dell'articolo 110 TUEL è da ritenersi impropria'".

Il sindaco Raggi dunque si rimbocca le maniche pronta a a selezionare curricula per sostituire i dimissionari. "Ne prendiamo atto. Conseguentemente - conclude - sarà predisposta l'ordinanza di revoca". Le dimissioni di Raineri e Minenna sono il sigillo all'incapacità strutturale a far corrispondere le promesse con la realtà.

È Manuel Fantasia il nuovo numero uno dell'Atac dopo le dimissioni del direttore generale Marco Rettighieri e dell'amministratore unico Armando Brandolese.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi non si arrende e va avanti con determinazione. Intanto, la Procura di Roma, indagherà su un esposto che ipotizza l'abuso d'ufficio sulla sua nomina.

A meno di tre mesi dalla vittoria dei Cinque Stelle per il Campidoglio, arrivano le prime pesanti grane per la giunta Raggi. "Scrivete soltanto che io mi sono dimessa prima, la revoca non è ancora intervenuta le mie dimissioni sì", ha precisato il magistrato Raineri."Se manca legalità?" Non ci siamo mai sottratti alle nostre responsabilità, sicuramente ne abbiamo e sicuramente si può migliorare. Lo ha annunciato lo stesso assessore del Comune di Roma. Difficoltà anche per il capo di Gabinetto, dove siamo di fatto già al terzo nome bruciato. "Chi pensa che governare Roma sia una cosa semplice ha sbagliato".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.