Sla, nel 2040 malati aumenteranno del 32%: donne le più colpite

Share

Sla, nel 2040 malati aumenteranno del 32%: donne le più colpite

La previsione è racchiusa nei dati pubblicati su Nature, frutto di uno studio italo-americano secondo cui ad essere più colpite dall'aumento saranno le donne (+40%).

Nel 2040 l'aumento medio nel mondo dei malati di Sla, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, sarà del 32%. E' quanto emerge dallo studio condotto dal professor Adriano Chio', responsabile del Centro Sla dell'ospedale Molinette di Torino e dell'Universita' degli Studi di Torino, in collaborazione con il dottor Bryan Traynor, dei National Institutes of Health di Bethesda, negli Stati Uniti. Soltanto in Italia, si prevede che entro il 2040 i nuovi casi di Sla passeranno da 1.800 a 2.300 all'anno. Le cause del maggiore incremento osservato nel sesso femminile restano sconosciute e sono attualmente oggetto di studio. L'incremento non sarà uguale nei vari continenti, ma varierà - a seconda anche dell'aumento dell'invecchiamento della popolazione - da circa il 20% in Europa (da 28.000 a 35.000 casi, con un aumento nelle donne da 13.000 a 16.000 casi) ad oltre il 50% in Cina e al 100% in Africa.

Lo studio, primo nel mondo di questo tipo sulla Sla, fornisce informazioni preziose per la programmazione degli interventi sanitari e l'allocazione delle risorse a favore dei pazienti con questa malattia. E i motivi per cui gli studiosi di tutto il mondo sono assai concentrati su tale patologia sono piuttosto chiari: la Sla è una malattia degenerativa terribile per chi la subisce, cure ancora non ne esistono e soprattutto, i casi stanno aumentando di anno in anno. Pur essendo rara, la Sla ha un forte impatto sociale, con un costo annuale medio per paziente di circa 70.000 dollari negli Stati Uniti, pari a un costo complessivo di 400 milioni di dollari l'anno.

Share


© . Tutti i diritti riservati.