Farid, il piccolo profugo malato, sarà operato a Firenze

Share

Farid, il piccolo profugo malato, sarà operato a Firenze

La traversata quasi eroica di questo bambino è raccontata in un articolo del Corriere della sera.

Farid arriverà con un ponte aereo nei prossimi giorni a Firenze dove sarà curato all'ospedale di Careggi, mentre la famiglia del piccolo egiziano potrà trovare ospitalità presso un appartamento della "Fondazione Tommasino Bacciotti".

Da solo. Nascosto in un carro di animali.

Il fratellino Farid, 7 anni, ha bisogno di cure e Ahmed ha portato in Italia la fotocopia del certificato medico del fratello ha dichiarato: "Chiedo aiuto, ma pago tutto lavorando". Come fosse un tesoro. Ed estrae la fotocopia con la storia di una creatura affetta da una gravissima piastrinopenia, un malanno provocato da una riduzione nella produzione midollare di megacariociti, come scrivono i medici egiziani che hanno tentato una prima operazione e che per un altro necessario intervento - forse una splenectomia, l'asportazione della milza - chiedono cinquantamila lire egiziane a una famiglia di contadini senza risorse perché, quando il raccolto va bene, ne guadagna tremila in un anno. Il piccolo ha spiegato che il suo sogno è vedere suo fratello giocare senza soffrire e poter correre senza svenire dopo pochi passi perchè non riesce a stare in piedi. Per questo la famiglia ha impegnato con i trafficanti di uomini anche un terreno per pagare il suo viaggio. Pensavo di morire in mare. "Soltanto un sorso di acqua a persona al giorno...". Ora l'assessore regionale alla salute Stefania Saccardi ha reso noto che "la direzione dell'azienda ospedaliera e il professor Marco Carini hanno dato la loro disponibilità a prendere in carico il bambino".

Il quotidiano di via Solferino ha pubblicato la stori di Ahmed, 13 anni, arrivato da solo a bordo di un barcone a Lampedusa dall'Egitto con i certificati dei medici egiziani che descrivono la patologia del sangue del fratello minore Farid.

"Con i programmi di cooperazione sanitaria internazionale - dice ancora Saccardi - nei nostri ospedali accogliamo e curiamo tanti bambini che vengono da altri paesi". Che cosa fare per salvare Farid? "La direzione di Careggi prenderà subito i contatti necessari per dare la propria disponibilità e far arrivare quanto prima a Firenze Farid e la sua famiglia".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.