Colombia: accordo di pace con le Farc

Share

Colombia: accordo di pace con le Farc

Il 2 ottobre l'accordo sarà sottoposto a referendum nazionale. L'entrata in vigore dell'accordo non significherà automaticamente la fine delle violenze in Colombia: il governo sta anche tenendo in piedi dei negoziati con l'Ejército de Liberación Nacional, un altro gruppo comunista con una storia simile alle FARC, finora senza grande successo.

"Oggi è l'inizio della fine della sofferenza, del dolore e della tragedia della guerra", ha detto il presidente Juan Manuel Santos in un discorso televisivo alla nazione, dopo l'annuncio dell'accordo dall'Avana, dove i colloqui sono andati avanti per quattro anni.

L'intesa, firmata a l'Avana, prevede una riforma agraria, un'azione congiunta contro il traffico di droga, la partecipazione degli ex guerriglieri alla vita politica e la creazione di tribunali speciali per il post conflitto.

"Abbiamo vinto la più bella delle battaglie: la pace in Colombia". Uribe guida il fronte dei contrari all'accordo.

Il presidente americano Barack Obama ha telefonato a Santos per congratularsi con lui. I due capi di Stato hanno concordato di mantenere una stretta collaborazione nella lotta al crimine organizzato e al narcotraffico. Si calcola che in mezzo secolo il conflitto abbia causato 260.000 morti, 45.000 dispersi e 7 milioni di sfollati. Il rapimento piu' noto fu quello della candidata presidenziale Ingrid Betancourt, tenuta prigioniera per sei anni fino alla sua liberazione nel 2008.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.