Wimbledon 2016: Murray non trema e diventa campione

Share

Wimbledon 2016: Murray non trema e diventa campione

"Era una sfida molto difficile per me oggi".

Il calo di Federer (nessuno nell'era Open, cioè dopo il 1968, ha vinto Wimbledon alla sua età; l'ultimo ad andare in finale fu Ken Rosewall nel 1974) non toglie nulla all'impresa di Raonic, che da qualche tempo appariva il più pronto di una nuova generazione di tennisti che fatica a sfondare il muro dell'eccellenza dietro il quale risiedono solo Djokovic, Federer, Murray. Praticamente lo scozzese ha riscritto la storia vincendo Wimbledon nel 2013, dopo aver trionfato agli US Open 2012 e dopo aver vinto sempre in quell'anno le Olimpiadi. Raonic ha tenuto testa all'avversario, ma non ha mai dato l'impressione di poter ribaltare l'esito del match, pagando forse lo scotto dell'inesperienza per la sua prima finale in uno Slam.

Del resto, i tre sono stati i big a fare più strada dopo il forfait prima ancora del primo turno da parte di Rafa Nadal, colui che ha interrotto il monopolio di Federer dopo tanti anni di successi consecutivi per il campione svizzero, senza dimenticare la clamorosa sconfitta da parte di Novak Djokovic, che lo scorso fine settimana è stato costretto a cedere in quattro set a Sam Querrey. Da lì non ci saranno più sussulti, fino al secondo tie break. Il gioco decisivo era il settimo quando Murray sfruttava diversi errori del canadese e concretizzava il break grazie ad un bel passante bimane di rovescio. Si chiude sul 7-2: Murray esulta e diventa il primo britannico a trionfare per due volte a Wimbledon. In perfetto equilibrio con i turni di battuta, il secondo set trova il suo inevitabile epilogo solamente nel tie-break. "E' bello sollevare ancora questo trofeo, questa volta me lo godrò di più".

Un commosso Andy Murray ha salutato la sua seconda vittoria a Wimbledon. Continua la grande stagione di Murray, finalista in tutte le prove dello Slam in questa stagione e sempre almeno finalista in un torneo dal Masters 1000 di Madrid. Sì, e se ti chiami Andy Murray puoi anche portare a casa il punto.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.