Maltrattavano un anziano nel convitto ecclesiastico: 7 arresti

Share

Maltrattavano un anziano nel convitto ecclesiastico: 7 arresti

Ieri mattina i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Firenze e i militari del Nas, coordinati dal sostituto procuratore Sandro Cutrignelli, hanno messo ai domiciliari sei operatori sanitari e un infermiere con l'accusa di maltrattamenti: il fiorentino Claudio Bonfanti, il pistoiese Luca Conte, il ragusano Giuseppe Florida, il fiorentino Massimiliano Malavolta, l'albanese Klaudjan Bajarami, il peruviano Christian Sotomayor e il fiorentino Alberto Catarzi. Le indagini sono partite da una denuncia di un dipendente, presentata dalla direzione del convitto e dalla società Auxilium, incaricata dell'assistenza infermieristica.

Gli arrestati, è stato ancora spiegato, avrebbero approfittato del crescente stato di soggezione dell'ospite, dovuto a una grave patologia totalmente invalidante.

I carabinieri hanno scoperto che i sette, in coppia tra loro e in alcuni casi singolarmente, provocavano l'anziano sacerdote, cercando di farlo bestemmiare, incitandolo ad avere atteggiamenti sessuali, minacciando di farlo dormire fuori dalla sua stanza.

Non sono invece emerse delle indagini episodi di maltrattamenti o scorrettezze verso altri ospiti del convitto, struttura parasanitaria gestita dall'Associazione di previdenza fra i sacerdoti della Toscana. Le misure cautelari agli arresti domiciliari sono state disposte per il reato di maltrattamenti in famiglia in concorso.

L'inchiesta è scattata dopo una denuncia da parte della direzione del Convitto e dall'associazione Auxilium. Effettuate anche perquisizioni a carico di altri cinque persone indagate.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.