Usa 2016, Clinton vince a Washington e chiede il sostegno di Sanders

Share

Usa 2016, Clinton vince a Washington e chiede il sostegno di Sanders

Il presidente americano Barack Obama ha pronunciato ieri il suo ventesimo discorso per commemorare le vittime di una strage da arma da fuoco. Obama ha poi sottolineato come il terrore ha colpito "in un club dove la gente andava a divertirsi, un posto di solidarietà dove la gente si riunisce anche per solidarietà e per difendere i diritti civili". Non è ancora chiaro se la fine delle primarie segni anche la fine del duello tra i due, che si incontrano stasera nella capitale: anche oggi Sanders ha ripetuto che è necessario cambiare il partito democratico e che intende lottare sino alla convention di Filadelfia. Ha quindi detto che l'Fbi sta investigando sui possibili legami dell'attentatore di origini afghane Omar S. Mateen con gruppi terroristici e sulle ragioni del folle gesto. Lo staff del senatore ha rilasciato un comunicato stampa in cui si afferma che c'è stata "una discussione positiva su come portare più persone nel processo politico e sulla pericolosa minaccia che Donald Trump pone alla nostra nazione". "Pulse era un luogo di solidarietà". Secondo l'ultimo sondaggio di Bloomberg Politics, il 49% degli elettori americani ha intenzione di votare per lei a novembre contro il 37% che intende votare Trump. E pochi minuti dopo ha aggiunto, rivolgendosi alla comunita' Lgbt: "Sappiate che nel nostro Paese avete milioni di alleati e io sono uno di questi". Agisce da squilibrato, leggendo e ascoltando i richiami della violenza più cieca, perfettamente mimetizzato (americano tra gli americani), pronto a utilizzare cinicamente tutte le opportunità, le debolezze, e le contraddizioni del suo Paese. Un uomo si è barricato in una discoteca gay di Orlando, in Florida, catturando come ostaggi diverse persone dopo aver sparato centinaia di colpi.

Su questo Trump potrebbe acquisire alcuni punti di vantaggio nei confronti di Obama che rifiuta di chiamare il terrorismo dell'Isis o dei loro seguaci estremismo o radicalismo islamico per non offendere gli 1,6 miliardi di musulmani nel mondo. "Molti morti e feriti"- ma già il suo terzo messaggio cambiava tono. Ma sulla strada di Trump verso la presidenza non ci sono solo la Clinton e i democratici. E' il presidente americano ad ammonire, pur senza chiamarlo per nome, che Trump sta propagando un atteggiamento mentale pericoloso che rievoca "i periodi più bui della storia Usa".

Secondo un testimone a sparare sarebbero stati in due.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.