Smartphone Modulari: Moto Mods o LG Friends a confronto

Share

Smartphone Modulari: Moto Mods o LG Friends a confronto

La dotazione hardware include un display Quad HD da 5,5 pollici, processore Snapdragon 820, 4 GB di RAM, 32/64 GB di storage, slot microSD, fotocamera frontale da 5 megapixel e lettore di impronte digitali.

Nel corso del Tech World 2016, Lenovo ha lanciato il suo primo smartphone "Tango", il Phab 2 Pro, ma ha anche rinnovato la gamma Motorola e i due nuovi modelli di fascia alta hanno un nuovo design, un nuovo nome e una funzionalità interessante chiamata "MotoMods": supportano una serie di moduli che espandono le caratteristiche di ciascun terminale.

Moto Z Force si presenta con una configurazione all'avanguardia, esteticamente con una scocca in metallo e uno spessore di soli 6.9 mm.

Il Lenovo Moto Z Force ha le stesse caratteristiche, fatta eccezione per la fotocamera posteriore da 21 MP e la batteria da 3500 mA.

La fotocamera principale da 13 megapixel vanta l'autofocus al laser e lo stabilizzatore ottico, mentre la fotocamera anteriore è da 5 megapixel con obiettivo grandangolare e flash per entrambe le fotocamere. Li trovate qui, presentati sul blog di Motorola: sono moduli che si attaccano alla base del telefono e... lo trasformano.

Lo chassis, con rivestimento idrorepellente e resistente alla pioggia, agli schizzi e al rovesciamento di liquidi, è particolarmente leggero.

Moto Insta-Share Projector: piccolo videoproiettore con kickstand integrato, e batteria aggiuntiva, per un'ora di proiezione fino a 70 pollici.

Moto Z Force è la versione "rugged" del modello sopracitato, la nota di merito è che riesce a mantenere uno spessore di 7mm nonostante i materiali, ciò gli consente di aver un'impugnatura comoda grazie anche alle dimensioni invariate di display così come la risoluzione.

Il punto forte della presentazione sono stati i "MotoMods" , questi moduli aderiscono perfettamente allo smartphone grazie al pin posto sul retro ed il confronto con LG G5 è abbastanza evidente: Lenovo riesce ad avere una marcia in più sia rispetto alla qualità costruttiva dei moduli sia al loro impiego.

Gli add-ons si attaccano coi magneti: si possono aggiungere speaker di JBL o un proiettore in miniatura. L'arrivo di una serie di smartphone in grado di competere con gli attuali top di gamma del mercato sembrava quindi condannare all'oblio gli smartphone che tanto successo hanno riscosso negli ultimi anni.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.