Sangue, appello Avis per le donazioni

Share

Insieme alla donazione di sangue, saranno fatti anche tutti gli esami di routine: la donazione è dunque anche un modo per tenersi sotto controllo e per monitorare il proprio stato di salute di volta in volta. Donare il sangue è facilissimo: basta fare alcuni esami per capire se è possibile donarlo e poi presentarsi con una certa frequenza e regolarità nelle strutture dell'Avis. È questo il tema scelto quest'anno come ringraziamento ai donatori e a sottolineare la dimensione della condivisione e del collegamento tra donatori e pazienti.

Sicurezza L'associazione vuole infatti continuare a "garantire al servizio sanitario regionale e nazionale un bacino di riferimento monitorato e volontario senza dover ricorrere a donatori occasionali".

Il 14 giugno si celebrerà la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue: l'Avis Comunale di Brindisi la festeggerà, con tutti i suoi soci, domenica 12 giugno con una S. Messa presso la parrocchia "S. Vito Martire", al rione Commenda, alle ore 19; a seguire, il concerto del "Gruppo Vocale Avis Brindisi", diretto dal M° Dott. Anche i primi dati di giugno "proseguono secondo il trend negativo e, se non si inverte la tendenza, potremmo registrare nel 2016 un calo delle donazioni di sangue del 3% rispetto al 2015".

Sono oltre 1,7 milioni i donatori di sangue italiani, ma ancora troppo pochi sono i giovani. Avis Regionale Umbria lancia una nuova campagna promozionale, dallo slogan "Condividi la vita, dona il sangue" e presentata questa mattina nella Sala Fiume di Palazzo Donini alla presenza della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, del presidente e del vice presidente di Avis Umbria, Giovanni Magara e Andrea Motti, e del direttore del Centro regionale sangue, Mauro Marchesi.

La nuova campagna di promozione di Avis è lanciata e condivisa con il Centro Regionale Sangue, in piedi dal 2013, con l'Assessorato alla sanità della Regione Umbria e con l'ANCI.

Leggi anche: ITALIANI POPOLO DI... Le donazioni sono volontarie, anonime e gratuite. La scusa che molto spesso viene usata del non avere tempo, dunque, non è valida.

Per donare il sangue bisogna essere sani e aver compiuto 18 anni. Ieri è stata la Giornata Mondiale dei donatori di sangue ed io sono andato a donare. "Il dono del sangue sia quel sorriso, che lenisce e sostiene, per tutti coloro che provano dolore, paura della malattia e della morte".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.