Istanbul e il Museo di Pamuk al Nuovo e Astoria

Share

Istanbul e il Museo di Pamuk al Nuovo e Astoria

L'immaginazione è la più alta forma di conoscenza. Mantenendo la promessa, 4 anni dopo il romanzo, Pamuk ha inaugurato il museo che tutt'oggi raccoglie lunghe file di fedeli lettori che si presentano all'ingresso con in mano una copia del romanzo (tradotto in oltre 60 lingue) per avere timbrato il biglietto omaggio.

Istanbul e il Museo dell'Innocenza di Pamuk sarà proiettato il 7 e 8 giugno 18.00 e alle 20.00 nelle seguenti multisale del Circuito UCI: UCI Ancona, UCI MilanoFiori, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Campi Bisenzio (FI), UCI Casoria (NA), UCI Montano Lucino (CO), UCI Curno (BG), UCI Ferrara, UCI Firenze, UCI Fiume Veneto (PN), UCI Fiumara (GE), UCI Lissone (MB), UCI Cinepolis Marcianise (CE), UCI Venezia Marcon, UCI Messina, UCI Mestre, UCI Molfetta (BA), UCI Moncalieri (TO), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Pioltello (MI), UCI Porta di Roma, UCI Porto Sant'Elpidio (FM), UCI Reggio Emilia, UCI Roma Est, UCI Romagna Savignano sul Rubicone (FC), UCI Sinalunga, UCI Torino Lingotto, UCI Verona. Quando l'immaginazione diventa realtà è un film che racconta proprio di questo, di come il romanzo del Premio Nobel nel 2006 abbia dato vita ad un luogo reale, ad un museo in cui si celebrano Istanbul e l'amore.

Una collezione che, agli occhi del mondo, non può che apparire follia.

E' quanto avrete la possibilità di ammirare il prossimo 7 e 8 giugno al Cinema il Nuovo La Spezia e Astoria Lericic con "Istanbul e il Museo dell'Innocenza di Pamuk", film di Grant Gee che si ispira al romanzo di Orhan Pamuk del 2009, che a sua volta ha trasformato il suo romanzo in un museo vero e proprio.Andiamo con ordine. Un museo reale di oggetti reali, i resti e i tesori di un amore tragico che risale a trent'anni prima. Un museo che è diventato immediatamente parte integrante dell'itinerario istituzionale della Istanbul culturale: la crociera sul Bosforo, Santa Sofia, la Moschea Blu, il Grand Bazaar, il Museo dell'innocenza... Tra cupole e minareti un museo che, nato dalle pagine di un romanzo, diventa simbolo identitario di una Turchia contemporanea, in faticoso equilibrio tra le glorie passate di epoca bizantina e le tensioni recenti di un governo autoritario e contraddittorio. "Un museo reale che è una finzione". La sensazione è quella di diventare una piccola mosca che, in silenzio e senza disturbare i due amati, vive il tormento d'amore, lo esplora e lo protegge.

Il film è prodotto da Hot Property Films in coproduzione con Illuminations Films, Venom, In Between Art Film e Vivo film e in associazione con Finite Films e con ARTE France-La Lucarne, ed è distribuito Nexo Digital come appuntamento conclusivo del ciclo della Grande Arte al Cinema.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.