Google Play Store: possibilità di guadagno per gli sviluppatori

Share

Google Play Store: possibilità di guadagno per gli sviluppatori

Se gli sviluppatori hanno utenti abbonati da più di un anno, la suddivisione 85/15 si applica immediatamente da lunedì 13 giugno.

Si avvicina sempre di più l'appuntamento con l'attesissimo WWDC e qualcuno in casa Apple rilascia anticipazioni sui cambiamenti in arrivo per l'App Store: a parlare è il senior vice president del marketing, Phil Schiller, che ha diradato un po' di suspence su un argomento che interessa molto da vicino il mondo dei developer.

Questo taglio non si verificherà solo sugli abbonamenti, ma anche su altri prodotti, forse anche su intere categorie di applicazioni, al fine di favorire lo sviluppo delle app fornendo un margine maggiore per gli sviluppatori.

La modifica mira dunque ad aumentare il coinvolgimento degli utenti e contrastare così il forte declino dei download e dell'utilizzo delle app stesse nonostante la presenza di oltre 1,5 milioni di applicazioni sullo store digitale.

Nelle clausole di Apple c'è infatti una condizione, ovvero l'85% dei guadagni sarà corrisposto agli sviluppatori solo dopo il primo anno di sottoscrizione dell'abbonamento, mentre per i primi 12 mesi rimarrà l'attuale 30%.

Google ed Apple continuano a darsi battaglia su più fronti, compreso quello dello store di app, elemento imprescindibile per il successo di una qualsiasi piattaforma mobile. Chiudono infine la tornata di novità dell'App Store di Cupertino un nuovo meccanismo di promozione a pagamento delle app (una alla volta) nelle ricerche degli utenti, e una velocizzazione significativa dei tempi di approvazione della pubblicazione che ora saranno - secondo le promesse di Apple - di 24 ore per il 50 per cento delle app e 48 ore per il 90 per cento delle proposte. E lo saranno anche gli sviluppatori, che trarranno beneficio dalla sponsorizzazione sia che rappresentino un grosso nome dell'app-world, sia che l'app arrivi da uno sviluppatore indie.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.