Euro 2016: Arriva la punizione per la Croazia

Share

La pluridiffidata Croazia si ritrova di nuovo a dover pagare il conto per le intemperanze della sua tifoseria: finita nel mirino della Disciplinare Uefa, aspetta ora la sanzione per il petardo in campo che ha costretto allo stop per qualche minuto della gara di venerdì scorso con la Repubblica Ceca. A seguito dei disordini causati dai tifosi croati durante la partita Repubblica Ceca-Croazia, l'associazione che riunisce tutte le federazioni calcistiche dei paesi europei ha deciso di aprire un procedimento contro la selezione di Cacic e, nel frattempo, studiare le contromosse per accerchiare e reprimere gli hoolingans che hanno 'sporcato' una manifestazione come gli Europei, macchiandosi di atti che non hanno nulla a che fare non solo con il calcio, ma con lo sport in generale.

La Uefa ha vietato alla Federcalcio della Croazia la vendita di biglietti a tifosi inclusi nella 'lista' degli hooligan per le restanti gare di Euro2016. "Tali decisioni assunte dalla Commissione disciplinare di controllo sono inappellabili", si legge ancora nella nota della Uefa, che ha dunque usato un pugno leggero, nonostante la recidivita' della Federcalcio croata. La partita di ritorno fu invece disputata a porte chiuse perché nella sfida precedente contro la Norvegia era addirittura apparsa una svastica realizzata sul prato di gioco. I croati se non dovessero battere le "Furie rosse", saranno i prossimi avversari degli azzurri di Antonio Conte agli ottavi di finale, in programma lunedì 27 alle 18.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.