Al volante dopo sbronza da record, inseguito dalla polizia sfonda una vetrina

Share

Al volante dopo sbronza da record, inseguito dalla polizia sfonda una vetrina

A Porto d'Ascoli una persona a bordo di un'auto non si è fermata a un controllo delle Forze dell'Ordine. E il bilancio di un operazione antidroga condotta e portata a termine dal commissariato di pubblica sicurezza di San Benedetto del Tronto. L'autista però non arrestava la marcia e, anzi, accortosi che vi era una autovettura della Polizia di Stato che lo seguiva proseguiva la marcia aumentando sempre di più la velocità.

Si accertava che alla guida vi era un uomo nato a Macerata, ma residente a San Benedetto del Tronto di 44 anni. La polizia ha acceso le sirene ed è iniziato un inseguimento che da via dei Laureati si è spostato nella zona Sentina di Porto D'Ascoli ed è proseguito sulla sopraelevata in direzione del centro di San Benedetto. Il conducente della Dacia ha imboccato l'uscita di via Scarlatti in direzione sud. Fatto un pezzo di strada l'uomo è giunto all'incrocio con via Del Mare, ha saltato lo stop e però è andato dritto finendo nella vetrina di un negozio che si trova al civico 186 di via Del Mare. L'uomo ha chiesto scusa per quanto accaduto. Era palesemente ubriaco. Infatti sul posto nel frattempo è giunta una pattuglia della Polizia Stradale di Ascoli Piceno con la quale ha proceduto al controllo etilometrico nel quale è stata evidenziata una misurazione alle ore 2.49 pari a 2,23gr/l. I poliziotti procedono quindi ai rilievi dell'incidente, poi sequestrano la Dacia Duster. Il soggetto veniva denunciato ai sensi dell'art 192 c.1 e 6 del CdS e per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.